Dal PaleyFest “Arrow 3”: anticipazioni su quell’offerta, le opzioni di Felicity, Thea vs. papà e non solo

Premessa per Oliver Queen: “andrà a peggiorare prima di migliorare” avverte Stephen Amell al panel del Paley Fest di “Arrow”.

Riconoscendo che “è avvincente avere un Big Bad molto interessato al fatto che Oliver resti in vita” come palesemente Ra’s al Ghul è avendo proposto al suo avversario la leadership della Lega degli Assassini – l’attore nota “se si conoscono Ra’s e le sua tattiche… vi renderete conto che si tratta si ‘un’offerta’ solo formale. È una richiesta. E se Oliver dice no, ci saranno delle conseguenze davvero terribili”.

Questo dilemma – essere lui o farsi abbattere da lui – segna “la grande spinta dell’ultimo terzo atto della stagione” spiega Amell e il risultato sarebbe un “maggior sconfitto” Oliver. Detto questo, l’attore ha ipotizzato che dopo circa “70 episodi di ‘non parlare con me’” e di distacco da leader del Team Arrow, devono esserci giorni più felici a venire, ad un certo punto. “Si può solo fissare minaccioso fuori dalla finestra per così tanto tempo” ha affermato.

Altrove, al resto dell’evento dove assieme a Amell c’erano anche David Ramsey, Katie Cassidy, Emily Bett Rickards, Colton Haynes, Paul Blackthorne, Willa Holland, John Barrowman assieme ai produttori esecutivi Marg Guggenheim, Andrew Kreisberg e Greg Berlanti. Ecco quali altre cose sono venute fuori:

∗   Sull’attuale situazione tra Felicity e Oliver, “lei tiene ancora a lui profondamente. Proprio adesso e qui, però, “ha bisogno del suo tempo per esplorare le sue opzioni” Ray Palmer incluso. “Felicity ha bisogno di sostegno all’amore” dice Rickards. La posizione di Amell? “Se c’è un momento in cui… Oliver finalmente decide di ‘lasciarsi andare’ e entrare nella vita dei viventi, l’oggetto del suo desiderio sarebbe molto probabilmente Felicity – ma ha parlato lei”.

∗   Sbigottita dalla scoperta che Malcolm l’ha indotta a uccidere Sara e poi mantenuto questo segreto, Thea “non la vedo di ritorno da ciò con leggerezza” dice Holland. “Ogni volta che lui entra nella stanza, lei ha voglia di ucciderlo!”. Tanto che per proteggere la sua vita, si è a fatta addestrare dal padre, quella era la sua unica ragione. “Non credo che mai abbia afferrato l’idea di uccidere qualcuno, [quindi] questo è un enorme peso sulle sue spalle” ha detto l’attrice.

∗   Alla domanda se Diggle (adesso come padre e marito) continuerà con la sua vita temeraria, Ramsey risponde: “le lotte che Oliver ha” nel respingere una persona amata come ha fatto con Felicity, “Diggle si concilia molto in quelle scelte. Lui può avere una famiglia, una moglie e una bambina combattendo anche il crimine… La lotta che ha Oliver, Diggle non ce l’ha”.

∗   Rickards afferma che durante la sua prossima visita in The Flash, Felicity andrà “da computer a computer” con la sua nemesi, Brie Larvan alias Bug-Eyed Bandit dei fumetti DC (interpretata da Emily Kinney di TWD). “Abbiamo un tech-scontro”.

∗   La speculazione sulla vita amorosa di Malcolm, porta Guggenheim a invocare il nome della madre di Felicity, Donna Smoak, a cui Barrowman risponde con “questo sarebbe davvero fantastico!”, ma Blackthorne interviene notando: “scusami, Lance non è profano da sette anni!”.

∗   Ad una domanda circa un qualcosa sulla quarta stagione, Kresiberg spiega che a causa dell’estremità della stagione in corso, alla fine di ess “la serie non sarà più la stessa”.   [TV Line]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...