“Hannibal” post finale: Bryan Fuller sull’amore tra Will/Lecter, l’ultima cena di Bedelia e non solo

Il series finale di Hannibal è andato in onda oltreoceano nei giorni scorsi, ma questo non significa che il produttore esecutivo Bryan Fuller ha terminato il racconto sul cannibale Dr. Lecter e del suo amico, nemico e potenzialmente “compagno di cene”.

Non è finita fin quando non sarà morto, per quanto mi riguarda” dice l’EP sul sogno di continuare magari con una quarta stagione su un’altra rete o (più probabilmente) tramite uno spin-off sul grande schermo.

I fan dovranno essere molto pazienti. Ci vorrà almeno un anno” prima di ottenere il semaforo verde, ma Hugh Dancy e Mads Mikkelsen sono “entusiasti” dalla visione di Fuller e l’EP Martha De Laurentis sta attualmente cercando di trovare i finanziamenti per un film.

La terza stagione della serie si è conclusa [contiene SPOILER] con Will e Hannibal che collaborano per uccidere brutalmente Francis Dolathyde (alias il Red Dragon) dopodiché si buttano giù da una scogliera. Dopo i crediti, troviamo Bedelia seduta a tavola mentre una presenza misteriosa le serve la cena e la portata principale è… la sua gamba. Alana intanto lascia il Paese con Margot ed il loro figlio a seguito. Ecco cosa ha detto Fuller a TVLine dopo il finale.

ERA AMORE TRA WILL e LECTER? | “Will si chiede ‘Hannibal Lecter è innamorato di me?’ è veramente molto sulla morte e l’amore tra questi due uomini. C’è una qualità di legami che vanno oltre la sessualità, si può avere un rapporto del genere con qualcuno che ti porta a domandarti dove sono i confini della propria sessualità e nello show non l’abbiamo affrontata poi tanto. È stato suggerito, ma l’amore è assolutamente sul tavolo, c’è amore e confusione tra questi due uomini. Abbiamo articolato ciò e c’era l’idea per [approfondirlo] nella quarta stagione come un’interessante continuazione di ciò così come una sovversione allo stesso tempo. Quindi è strano guardare [l’ultimo episodio] come un finale, perché parte di me crede che il capitolo più interessante della storia di Will Graham debba ancora esser raccontato”. E come possibile continuazione? “Qualcosa di un po’ inaspettato”.

GUARDANDO AL FUTURO | Alla domanda se Fuller è per caso restio a fornire dettagli sul proseguo della storia, egli conferma: “sì, sapete, c’è un punto della trama nel romanzo Hannibal [di Thomas Harris] che non c’è in nessun adattamento [filmato]. E quindi è importante per me proteggere ciò per sperare di poterlo realizzare un giorno. Ovviamente, i Fannibals sono molto intelligenti e conoscono il libro così bene che sono sicuro non sia troppo difficile capire di cosa si tratti”.

La FINE del RED DRAGON era PRINIFICATA? |”Will era lì conscio che non sarebbe stato in grado di finire Hannibal lui stesso, a causa dei suoi sentimenti e perché gli serviva che Dolarhyde lo facesse per lui. Inoltre sapeva che forse non sarebbe sopravvissuto; è qualcosa che ha detto più volte nell’episodio. Bedelia gli ha detto ‘tu non puoi vivere con lui, tu non puoi vivere senza di lui’. Questo è proprio il punto. Will non può vivere senza Hannibal e lui sa che in quel momento, una volta sperimentato l’omicidio insieme lui prova qualcosa come ‘è stato divertente. Un buon momento. In effetti è stato bellissimo’. Nella sua mente, c’è questa realizzazione che lui è in grado di elaborare tale esperienza come una cosa bellissima. Detto questo, Will è consapevole che ci sono veramente poche possibilità per lui di ritornare all’umanità, così si buttano”.

L’ULTIMA SCENA CON BEDELIA | “Io amo le sequenze dopo i crediti. Vedere Bedelia a tavola con servita la sua stessa gamba, mentre afferra una forchetta preparandosi a colpire al collo la prossima persone che entra nella stanza era un ottimo modo per dire al pubblico; ‘sì, abbiamo raccontato il compimento di questa storia, ma chi le sta servendo quella gamba? È Hannibal? Lui è sopravvissuto? È zio Robert, è David Bowie dietro quella tenda? Chi?’”. Detto questo, “vi abbiamo raccontato una storia completa”.

ALANA si sentirà mai AL SICURO? | “No, ma questa è la cosa più vicina che uno dei nostri personaggi può ottenere come lieto fine”.

IN CONCLUSIONE… | “Sento che quell’ultimo scambio tra Will e Hannibal era davvero un esempio del rapporto meraviglioso che io ho con Hugh Dancy e Mads Mikkelsen e creare questa serie e questa amicizia/bromance/amore tra questi due personaggi. È la cosa che mi mancherà più di tutte, la collaborazione con questi due attori brillanti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...