“Supernatural 11”: il cast sull’episodio dedicato all’Impala e la sua realizzazione

Dal primo giorno di Supernatural ci sono state tre stelle al centro della serie CW, Jensen Ackles, Jared Padalecki e l’amatissima Chevrolet Impala del ’67 dei Winchester che sarà (finalmente) al centro dell’attenzione nel prossimo episodio in onda oltreoceano stasera intitolato “Baby”.

L’ora è tutta dal punto di vista dell’automobile e ciò consentirà uno sguardo diverso alla vita dei cacciatori durante il lavoro ed i momenti di quiete. Per esempio, una scena in particolare vede un attimo intenso tra Dean e Sam come loro sonnecchiano in macchina, cosa per cui Padalecki era particolarmente entusiasta.

Quando ho letto lo script, ero come, ‘non abbiamo mai visto i ragazzi fare queste cose. Non vedo l’ora” dice durante una visita dal set a Vancouver. “Dovremmo farlo più spesso. Questo è uno sguardo all’interno dei Winchester e al come viaggiano. Non dormono in un motel tutte le notti. È come, ‘ehi, non sprechiamo denaro, sistemati nella macchina, svegliati e parti’”.

Raccontare la storia dal punto di vista dell’auto significava anche cambiare il come la serie viene girata. “Era la prima volta in oltre 200 episodi che giravamo in quel modo” spiega Padalecki. “È uno stile nuovo” messo in atto dal regista Thomas J. Wright. veterano di Smallville e Millennium il quale si è destreggiato nelle riprese all’interno dell’Impala.

Abbiamo fatto delle cose che ci sembravano simili, ma certamente non abbiamo mai ripreso un intero show in quel modo” afferma Ackles. “Quindi c’è un po’ una curva di apprendimento e una volta che Tom ha capito come voleva realizzarlo, allora c’era solo da abituarsi a quel setup”.

Molte cose, credo, ci hanno colto di sorpresa” aggiunge Padalecki. “Ma abbiamo assemblato un po’ di energia e miglioramenti che sono sempre divertenti” come i ragazzi che intonano una melodia classica!

Questo è l’episodio più impegnativo che ho fatto in 11 anni. Avevamo tutte le otto macchine al lavoro” dice Jeff Budnick, coordinatore per le macchine della serie.

E proprio come i Winchster, “Baby” si prende dei bei colpi. C’era “sangue dappertutto” condivide Budnick. “Le macchine che ho dovuto riparare da questo episodio, a cinque di loro ho cambiato il tettuccio perché le telecamere passavano di lì. Abbiamo dovuto mettere la moquette all’interno e i vetri sono stati incrinati. C’è stato un grande lavoro per tornare alla normalità”.    [TVLine]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...