“The Originals”: Michael Narducci sul finale e le sue speranze per la 5^ stagione

La quarta stagione di The Originals non sarebbe potuta finire su una nota più agrodolce.

[Contiene SPOILER] Il piano di Vincent di separare il Vuoto in quattro parti per salvare Hope è stato un successo ma questo ha portato alla divisione dei Mikealson: Hayley ha in effetti iscritto Hope alla scuola per bambini soprannaturali di Alaric e Caroline a Mystic Falls; Elijah, dopo aver chiesto a Vincent di liberarlo dai suoi ricordi, ha cominciato una nuova vita come musicista che Klaus apprezzava da una distanza sicura, un Marcel di nuovo single (scusa, Sofya!) ha sorpreso Rebekah a New York mentre Kol sembrava deciso a chiedere a Davina di sposarlo.

Qui di seguito l’ormai ex showrunner del dramma CW, Michael Narducci parla dei principali eventi dell’episodio e anticipa cosa i fan possono aspettarsi – almeno secondo le sue ipotesi – dalla quinta stagione.

Marcel ha rinunciato a New Orleans? | “Le cose sono mai assolute? C’è mai nessuna speranza per un ritorno? C’era una scena che abbiamo tagliato, che credo sarà inserita nel cofanetto DVD, dove Marcel e Vincent hanno una conversazione. L’abbiamo dovuta tagliare per il tempo e mi è dispiaciuto tantissimo, perché io adoro entrambi gli attori. Praticamente parlavano del perché le streghe si sarebbero unite a il Vuoto e che forse c’erano dei peccati di Marcel ancora da chiarire. Marcel diceva che era forse tempo di un nuovo re, quindi in pratica consegnava le chiavi della città che ama alla persona di cui si fidava di più, e questa persona è Vincent. Era un grande momento. Quindi, io attenderò col fiato sospeso il come gli sceneggiatori risolveranno ciò più avanti”.

Niente lieto fine per Elijah e Hayley | Dovremmo rinunciare all’idea di questa relazione? “Beh, io non posso parlare di quello che accadràdice Narducci. “Con Klaus che assumeva il ruolo di padre, Elijah ha dovuto farsi avanti e ricoprire il ruolo lasciato da Klaus. Esso è stato un conflitto orribile per lui con cui avere a che fare, ma lo ha fatto e ne ha pagato il prezzo. Non credo che lui possa cambiare, e questo secondo me, ha reso insostenibile la loro situazione. Eppure nonostante quella scelta, in questo finale ci sono stati dei momenti dove si capiva quanto tengono l’uno all’altra e quanto difficile sarebbe restare separati”.

Kol e Davina | “Per quanto ho amato quel momento per loro due, non so se lui cambierà per sempre” afferma Narducci ricordando che Kol per un certo periodo ha avuto accesso alla magia al contrario di Klaus, Elijah e Rebekah. “Kol potrebbe essere un tantino diverso, ma perfino in questa nuova vita con Davina, lui resta un vampiro. Che riesca o meno a impegnarsi nell’essere la versione migliore di se stesso, sta tutto agli sceneggiatori scegliere come vogliono andare avanti la prossima stagione”.

L’altro cameo di Alaric | Narducci rivela che girare quella scena con Alaric e Hayley “è stato proprio come ai vecchi tempi” e “credo sia interessante che in una serie sui Mikealson, lui ha pronunciato le ultime parole della stagione (ovvero “questo ragazzi saranno migliori”). Dopo tutto ciò che questa famiglia ha fatto, è possibile che Hope non segua le loro orme, il che era un bel modo di concludere”.

Troppo vicino? | Klaus doveva tenersi alla larga dai suoi fratelli, eppure nella scena finale era in piedi molto vicino a Elijah… “Beh, c’è la verità della trama e la verità emotiva” riconosce Narducci. “Secondo la prima probabilmente Klaus sarebbe dovuto restare lontano da Elijah” altrimenti riemergerebbe lo spirito del Vuoto, “ma la verità emotiva è che presumo essere trascorso un po’ di tempo – tanto da permettere a Elijah di iniziare una nuova vita – e Klaus voleva solo controllare suo fratello, lo stesso fratello che si è sempre preoccupato per lui. Klaus lo vede, e credo voglia una qualche identificazione da parte di Elijah, ma non succede. Giusto un cenno con la testa e poi torna a suonare il piano. Così Klaus sa che suo fratello ha trovato un piccolo momento di pace ed è ora in grado di allontanarsi il più possibile dai suoi fratelli con tale consapevolezza”.

Quanto tempo è trascorso? | Narducci conferma la teoria del salto temporale a questo proposito, tuttavia “non volevamo precisare esattamente quanto, perché così facendo sei libero di fare quello che vuoi più avanti. Ma certamente non si trattava della notte successiva, Elijah sembrava essersi stabilito come musicista. La musica significa qualcosa per Elijah, così come la pittura significa qualcosa per Klaus. Ho ritenuto essere una buona idea che Elijah andasse in una direzione importante per lui. Alcuni aspetti del suo carattere rimangono e a Klaus è servito del tempo per rintracciarlo. E adesso devono restare divisi per sempre”.

Ma non definitivamente, giusto? “Beh, questa è la grande gioia dell’attendere la prossima stagione. Senza anticipare troppo – e senza sapere cosa hanno pianificato gli sceneggiatori – sarei attonito e mi rimangerei le parole dette, se Klaus e Elijah non si rivedessero mai più” conclude Narducci.   [TVLine]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...