“Arrow 6” post-finale: Marc Guggenheim sull’uscita di Paul Blackthorne, il futuro di Oliver

Nel finale della sesta stagione di Arrow, i nostri eroi sono riusciti a conquistarsi una decente vittoria alla fine ma essa ha avuto un prezzo decisamente alto.

[Contiene SPOILER] Il Team Arrow con “l’aiuto” di Anatoly è riuscito a sconfiggere l’esercito di scagnozzi che aveva sequestrato Star City e ad assicurare la lista di ufficiali corrotti. Al contempo però, Quentin Lance è morto da eroe (prendendosi un proiettile diretto alla doppelganger di sua figlia Laurel) e Oliver senza dire niente a nessuno ha stretto un accordo con l’FBI: in cambio dell’immunità per tutti i membri della sua squadra lui ha ammesso pubblicamente di essere il famigerato vigilante e ha accettato di scontare l’ergastolo in carcere.

Ricardo Diaz tuttavia è riuscito a sopravvivere e potrebbe tornare come una nuova minaccia nella settima stagione: lo showrunner uscente Marc Guggenheim ha rivelato che la menzione dei Longbow Hunters, una gang criminale guidata dalla controparte di Diaz nei fumetti DC, era “piantare una bandiera” per importanti sviluppi nella prossima stagione.

Qui di seguito Guggenheim ha commentato gli eventi più importanti del finale e anticipato un po’ cosa accadrà la prossima stagione che però sarà sotto la guida della nuova showrunner Beth Schwartz.

La morte di Lance | Uccidere un personaggio “è sempre difficile. Paul [Blackthorne] è un attore e un essere umano meraviglioso. [Riguardo] la decisione di ucciderlo anziché ferirlo e basta, la serie ha sempre avuto delle conseguenze reali – anche con il Pozzo di Lazzaro, i viaggi nel tempo e le Terre parallele” dice Guggenheim. “E mentre penso che avremmo potuto menomare Lance mandandolo a vivere con Donna – e ne abbiamo discusso – non credo che sarebbe stato fedele allo spirito dello show. Ma è stata dura”.

Quando io e Wendy [Mericle, l’altra ex co-showrunner] ci siamo seduti con Paul per dargli la notizia, lui non poteva essere più gentile. Credo che la sua performance nel finale sia stata tra le migliori che abbiamo visto nella serie. È una bellissima e toccante uscita per questo personaggio. Se vuoi uccidere un personaggio, credo che questo sia il modo per farlo”.

L’arresto di Oliver | Ovviamente “c’è un piano in atto” conferma Guggenheim aggiungendo che quando i produttori prendono una decisione del genere hanno alcune idee su cosa fare dopo… “Sappiamo esattamente come andranno le cose in prigione, come la situazione si risolverà da sola… Non penso che sia uno spoiler dire che Oliver non resterà dietro le sbarre per il resto della serie; sarebbe stupido. Ad un certo punto uscirà e le circostanze sotto cui ciò accadrà… c’è un piano davvero forte in vigore”.

Felicity | La decisione di Oliver “non ha interessato solo la moglie ma anche il loro figlio, e alla fine della giornata non l’ha consultata [con la scusa che non ne ha avuto il tempo]. Oliver avrà del lavoro da fare” dice Guggenheim. “Ovviamente starà a Beth e agli sceneggiatori decidere quale strada prendere qui, ma il mio pensiero sulla ragione per cui lui non ha [consultato Felicity] era perché lei gli avrebbe detto di non farlo”.

Katie Cassidy | L’attrice tornerà come membro fisso del cast.

Salto temporale | Passeranno “i tipici sei mesi o giù di lì”.   [TVLine]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...