“Arrow 7”: Katherine McNamara sulla vera identità di Mia e cosa aspettarsi nei prossimi episodi

L’identità segreta di Blackstar non è più un mistero in Arrow.

[Contiene SPOILER] Quando le tensioni tra le fazioni del futuro – William, Roy, Dinah e Zoe contro Mia e Connor – sono giunte a un punto di non ritorno, Mia ha rivelato di essere in realtà… Mia Smoak; la figlia di Felicity e Oliver nonché sorellastra di William. (Alla rivelazione è seguita una scena nel presente in cui Felicity ha appreso della sua gravidanza).

Katherine McNamara ha rivelato in un’intervista con TVLine che durante i casting non sapeva che avrebbe interpretato la figlia di Oliver ma bensì una “poliziotta alle prime armi”; lo ha scoperto solo in seguito durante una conversazione telefonica con la showrunner Beth Schwartz. “È stato un percorso interessante perché fin dal primo giorno, Beth ha detto che cercavano di combinare le migliori qualità di Oliver e Felicity – la forza fisica di lui e la capacità intellettuale di lei. È stato un processo mentale interessante cercare di unirle entrambe e farle diventare qualcosa di nuovo. Ma adoro le sfide di questo genere”.
Arrow – La Prima Stagione Completa (4 Blu-Ray)

Data anche la somiglianza tra McNamara, Stephen Amell e Emily Bett Rickards alcuni fan avevano già ipotizzato che Blackstar potesse essere propria la figlia della coppia, ma il fatto che William non l’ha proprio riconosciuta ha – di proposito ovviamente – confuso un po’ le carte.

Gli sceneggiatori cercavano di ritardare l’inevitabile rilevazione quanto più possibile, perché volevano conservare il tutto per dopo al fine di stabilire prima la gravità del mondo [venti anni nel futuro] e la contorta infanzia che ha avuto e che vedremo nel proseguo della stagione. C’è una ragione per cui Mia è in quel modo e per cui prova un tale risentimento nei confronti dei vigilanti e dei suoi genitori” ha spiegato l’attrice sottolineando che “molte cose sono dei punti di domanda per me tanto quanto lo sono per il pubblico”.

Funko Dorbz Arrow Speedy, 11312
Nei prossimi episodi scopriremo qualcosa di più circa cosa ha passato Mia, chi è, cosa sta architettando e cosa vuole. Otteniamo più risposte e scopriamo fin dove Oliver e Felicity si sono dovuti spingere per proteggere la loro figlia. Non sappiamo cos’è andato storto, ma in breve tempo qualcosa è andato veramente storto per loro da dover ricorrere a questo tipo di misure”.

Ma perché Mia Smoak e non Mia Queen? “Lei si identifica come Mia Smoak perché perfino avere il cognome “Queen” le mette un bersaglio sulla schiena. Non fa amicizia velocemente. È estremamente cauta sul fidarsi delle persone e direi che gli altri lo sono allo stesso modo. Chiunque affermi di essere un membro di quella cerchia ristretta dovrà dimostrarlo al fine di meritare fiducia. Tutti cercano di sopravvivere in questo mondo e Mia ha dovuto sopravvivere da sola per un bel po’ di tempo. Scopriremo più avanti che lei è ben attrezzata per farlo, ma ciò l’ha cambiata di sicuro”.

Felicity è creduta morta nella linea temporale del futuro, ma Mia sembra sospettare che sia in realtà viva, il suo è solo un desiderio oppure ha delle prove concrete? “Un po’ entrambe” rivela McNamara. “Anche se hanno un rapporto teso, Felicity è pur sempre sua mamma e Mia non vuole che sia morta. Non vuole sentirsi come se fosse completamente sola e bloccata in questo mondo senza una mamma. A lei importa di Felicity, non vuole perderla. Non credo che abbia necessariamente delle prove schiaccianti ma Mia conosce sua mamma e sa che sua mamma è una sopravvissuta a sua volta e ci sono delle probabilità che non sia morta. Ma penso che a questo punto gran parte di ciò siano speranze e preghiere”.

Arrow: Felicity Smoak Action Figure
Al contempo scopriremo perché anche William si sente abbandonato dai suoi genitori – come ha confessato a Roy su Lian Yu. “Entrambi [William e Mia] si sentono estremamente abbandonati a loro modo e per quanto sono in disaccordo, la loro relazione è davvero meravigliosa e intensa, perché ci sono tutte queste diverse sfaccettature. Hanno questa rivalità tra fratelli, sono gelosi dell’altro eppure legano perché nessun altro può capire l’esperienza di esser figlio di Oliver e Felicity. Legano per lo sforzo che ciò comporta, la sensazione di esser abbandonati e di essere secondi al bene più grande della città. Non è facile crescere con dei genitori supereroi e sentirsi la priorità n.2. Sì, loro capiscono che è importante, ma vogliono anche che i loro genitori si interessino a loro senza esser messi da parte per difendere degli sconosciuti”.

E una reunion con tutta la famiglia nel futuro? “Beh… vedremo. Non so se ci saranno dei felici ricongiungimenti nella Star City del futuro, ma vedremo sicuramente qualcosa”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...