“The Flash 5”: Danielle Panabaker farà il suo debutto alla regia

Oltre a tornare al lavoro presso gli S.T.A.R. Labs, l’interprete della scienziata Caitlin Snow alias Killer Frost, Danielle Panabaker passerà dietro la telecamera per un episodio della quinta stagione di The Flash.

L’attrice farà il suo debutto alla regia ad un certo punto della prossima stagione ma per il momento altri dettagli non sono trapelati.

Sono incredibilmente emozionata e grata di dirigere il mio primo episodio televisivo, e onorata che sarà un episodio di The Flash” ha detto Panabaker a ETonline. “Nel corso degli ultimi quindici anni ho avuto la fortuna di lavorare con molti registi di talento con una vasta gamma di stili e metodi. Ho sempre amato il processo collaborativo e la mia insaziabile curiosità mi ha indotta a guardare, apprendere e assimilare il più possibile da coloro attorno a me. […]”.

Le riprese della nuova stagione di The Flash sono iniziate nei giorni scorsi a Vancouver e oltreoceano andrà in onda dal 9 Ottobre.

Annunci

“Lost”: Evangeline Lilly non è interessata all’eventuale reboot

La stella di Ant-Man, Evangeline Lilly è stata più che felice di tornare nel Marvel Cinematic Universe per il sequel del film Ant-Man and the Wasp, ma come si sente l’attrice circa la possibilità di rivisitare il mondo di Lost, la serie targata ABC in cui lei ha interpretato la fuggitiva divenuta naufraga Kate Austen per sei stagioni?

Dopotutto, nei mesi scorsi la Presidente di ABC Entertainment, Channing Dungey, ha ammesso che mentre non ci sono state discussioni circa un revival per lo show, tale progetto è sulla lista dei “non sarebbe bello se…?”. Quindi, Lilly ha considerato di tornare a essere Kate di nuovo?

Ogni anno gira la voce che faranno il reboot di Lost” ha detto l’attrice in un’intervista con Entertainment Weekly. “Il problema è che a me non piacciono i reboot e remake in generale, punto. Voglio che le persone lascino stare Star Wars! Mi è piaciuto Rogue One, per inciso. Ma per il resto, di solito non li amo. Mi sembra come di contaminare qualcosa di prezioso. Ho già detto in passato di non voler fare alcune cose e poi lei ho fatte – sai, mai dire mai – ma oggi, la mia ipotesi è no”.

“Jessica Jones 3”: Krysten Ritter farà il suo debutto alla regia

La protagonista di Marvel’s Jessica Jones, Krysten Ritter passerà dietro la telecamera per un episodio della terza stagione del dramma targato Netflix. Questo segnerà il debutto alla regia dell’attrice.

Le riprese della 3^ stagione sono cominciate recentemente a New York.
Nella serie Ritter interpreta l’eroina titolare, l’investigatrice privata di New York, Jessica Jones. Dettagli sull’episodio che lei dirigerà per il momento non sono trapelati.

Sono più che entusiasta di fare il mio debutto alla regia in Marvel’s Jessica Jones” ha detto Ritter. “Tutta la troupe e i membri del cast sono diventati una famiglia per me, e sono così riconoscente per l’opportunità di lavorare con il nostro incredibile team in questo modo nuovo. Sono davvero grata che Melissa Rosenberg, Jeph Loeb, Marvel e Netflix mi permettano di prendere le redini”.   [Deadline]

“La Tata”: Fran Drescher sul possibile revival

Quest’anno ricorre il 25° anniversario dal debutto originale di The Nanny, la famosa comedy durata sei stagione – dal ’93 al ’99 – che in un periodo come questo in cui i revival sono ormai divenuti una moda potrebbe tornare.

La Tata in persona, Fran Descher recentemente ai microfoni di ETonline ha detto: “ne stiamo parlando. Peter e io ne stiamo parlando” riferendosi al suo ex marito e collaboratore Peter Marc Jacob che ha co-creato la commedia insieme a lei.

Stiamo lavorando ad un grande progetto. Sarà molto eccitante per i fan, tuttavia non sono ancora autorizzata ad annunciarlo. Ma sarà una cosa grossa” aggiunge l’attrice.

Se il revival sarà confermato, secondo Drescher nel corso degli ultimi 20 anni il suo personaggio sarebbe probabilmente molto più coinvolta in questioni sociali e la serie stessa non potrebbe essere solo la continuazione della trama originale che ha visto Francesca e Maxwell sposarsi ed avere dei figli loro. “Sarebbero gli stessi personaggi 20 anni dopo. Non possiamo semplicemente riprendere da dove abbiamo lasciato” ha spiegato lei.

“Shadowhunters 3B”: l’EP assicura che il finale di serie sarà molto appagante per i fan

È passata una settimana da quando Freeform ha annunciato che Shadowhunters si concluderà prima del previsto cioè la prossima primavera (con un finale evento di due ore dopo i dieci episodi della 3B che sono già stati girati) e mentre i fan continuano a temere il peggio, il produttore esecutivo Todd Slavkin ha assicurato che il finale sarà quello che si meritano.

In risposta a un tweet di un fan che sottolineava la necessità di più tempo per sviluppare i personaggi e le trame, Slavkin ha scritto: “non è affrettato. Per niente. È bellissimo. Grazie ai brillanti sceneggiatori di Shadowhunters se deve finire così, resterete tutti profondamente soddisfatti”.

La scelta di menzionare tre ‘ship’ (ovvero Magnus e Alec, Clary e Jace, Simon e Izzy) da parte di Slavkin sembra indicare che tali coppie otterranno i loro lieti fini nel finale.

La Vicepresidente di Freeform Karey Burke, in precedenza si è detta “molto felice” della direzione creativa dello show aggiungendo che la cancellazione è giunta per ragioni “puramente economiche”.   [TVLine]

“Grey’s Anatomy”: Sandra Oh è disposta a tornare nella serie?

Quando (o forse se?) le porte del Grey Sloan Memorial si chiuderanno per sempre, Cristina Yang non sarà tra i volti familiari che torneranno per il bis nel finale di serie di Grey’s Anatomy.

In un recente intervista podcast, Sandra Oh – la cui interpretazione dell’agente Eve Polastri nel thriller targato BBC America, Killing Eve la candida molto probabilmente all’Emmy quest’anno – ha ammesso di essere pronta a lasciarsi la dott.ssa Yang alle spalle.

Mi fanno questa domanda [su Grey’s] sistematicamente, e io rispondo basandomi su quello che sento in quel momento e oggi [la mia risposta] è no” ha condiviso l’attrice, prima di precisare che il desiderio di lasciare il medical drama nel suo specchietto retrovisore è legato all’enorme affetto che lei ha per il suo attuale ruolo. “Io amo Eve. La amo davvero”.

Amo anche Cristina Yang” ha aggiunto Oh. “Sono costantemente sbalordita dalla risposta che continuo a ricevere [dai fan di Grey’s], sai? È meraviglioso e mi fa piacere. Mi dà una soddisfazione incredibile l’aver svolto un lavoro che continua anche dopo averlo lasciato… è davvero fenomenale. E l’unico modo in cui credo di poter continuare a fare un buon lavoro è restando fedele alla mia bussola ed essa punta verso nord”.   [TVLine]

“Lucifer 3”: Tom Ellis sulla cancellazione della serie e lo tsunami d’amore da parte dai fan

I tanti fan di Lucifer non sono gli unici a esser rimasti sbigottiti dalla cancellazione della serie dopo tre stagioni.

Non avrei potuto essere in un momento migliore quando ho ricevuto la notizia” condivide Tom Ellis con TVLine. “Avevo terminato una convention per i fan a Roma e stavo tornando in albergo in un furgoncino con i miei amici del cast di Supernatural quando ho ricevuto la chiamata di Joe [Henderson, il co-showrunner]. Avevo appena lasciato una stanza piena d’amore, di fan appassionati, quando lui mi ha detto che la serie era finita. Ero del tipo, ‘cosa?’”.

Onestamente ero un po’ scioccato, mi sentivo stranamente scosso” continua Ellis. “Non me l’aspettavo. Mi ha fatto mancare la terra da sotto i piedi. E poi mi ha davvero colpito, per quanto ho amato lo show ed ero davvero, davvero triste. Non riuscivo a crederci”.

I dirigenti di Fox hanno spiegato che tra i bassi ascolti, il successo ottenuto da 9-1-1 e The Resident e la copertura del football, Lucifer è stato messo da parte. Tuttavia Ellis sospetta che il fandom sia sottorappresentato – come ha dimostrato ulteriormente la campagna #SaveLucifer durante questo fine settimana. Continua a leggere

“Supernatural”: Stephen Amell farà un cameo nella serie?

Oliver Queen alias Green Arrow incontrerà Dean e Sam Winchester oppure Stephen Amell ha fatto semplicemente visita al set di Supernatural?

L’attore di Arrow nei mesi scorsi ha espresso il suo interesse per un cameo in Supernatural o perfino per un crossover tra le due serie targate CW e adesso qualcosa è successo… in un certo senso perlomeno.

Amell ha postato su Twitter uno scatto di se stesso sul sedile del conducente dalla famosa Baby‚ l’Impala dei fratelli Winchester con la didascalia: “quest’auto puzza come 13 stagioni degne di peti”.

Questo dipende davvero da Jensen [Ackles] e Jared [Padalecki]. Ho sentito che avranno uno spin-off il che è eccitante ma ancora di più‚ in quanto membri più anziano della famiglia di CW‚ si tratterebbe davvero di trovare un momento nella loro agenda per rendere felici tutti i fan. Io sono totalmente d’accordo. Non voglio fare lo scaricabarile‚ ma il barile è adesso ai loro piedi” aveva detto Amell ai fan la scorsa estate su Facebook Live. Continua a leggere

“Agents Of S.H.I.E.L.D. 5”: il finale di stagione sarà anche il finale di serie?

Le menti creative dietro Marvel’s Agents Of S.H.I.E.L.D. si stanno preparando a mettere a punto il finale della quinta stagione, tenendo in considerazione che esso dovrà essere soddisfacente come finale di serie, se la rete ABC deciderà di non rinnovare il dramma.

Adesso stiamo [scrivendo il finale]” ha detto il co-showrunner Jed Whedon a TVLine, “sappiamo di cosa si tratta” ha aggiunto l’altra co-showrunner Maurissa Tancharoen e quello che è potrebbe fungere “sia” da finale di stagione che di serie.

Whedon ha spiegato meglio: “sì, siamo pronti se questa sarà la fine. Certamente lo renderemo gratificante in entrambi i casi”.

A seconda di qualsiasi imminente cambiamento, “possiamo tornare indietro e ci sono alcune cose che inseriremo all’ultimo minuto le quali potrebbero essere adeguate” dice Whedon. “Ma sappiamo che alla fine non procederemo oltre quel punto. Faremo quello che avevamo in mente e penso che sarà comunque entusiasmante”.

“Sabrina” reboot: ecco il nuovo Salem

Anche se il gatto nero dovrebbe portare sfortuna, noi ci sentiamo improvvisamente molto fortunati

Lo showrunner di Riverdale, Roberto Aguirre-Sacasa ha condiviso sui social la prima foto di Salem il gatto delle Spellman nella nuova serie targata Netflix (senza ancora un titolo!) reboot di Sabrina Vita da Strega e spin-off di Riverdale.

Non sappiamo esattamente come questo nuovo Salem sarà paragonato al suo “antenato” logorroico della serie originale con Melissa Joan Hart, ma se lui somiglierà alla versione dei fumetti scritti da Aguirre-Sacasa da cui è tratta la nuova serie, The Chilling Adventures of Sabrina – i fan dovranno prepararsi per un brusco risveglio, in quanto quel Salem è molto più sinistro.   [TVLine]

“Gotham 4”: Jerome non è il Joker, ma il Joker arriverà

Una delle domande che i fan di Gotham si sono posti molto spesso è se Jerome Valeska è davvero il Joker oppure no…
Sebbene egli abbia impressionato con quel sorriso diabolico e le risate maniacali tipiche dell’antagonista di Batman, la serie non ha mai dichiarato che Jerome è il Joker.

David Mazouz che nel dramma Fox interpreta Bruce Wayne con Discussing Film podcast ha confermato che Jeromenon è il Joker, è tutto quello che dirò“.

Le dichiarazioni dell’attore hanno fatto un po’ il giro in rete e su Twitter lo stesso Cameron Monaghan ha confermato che Jerome non è il Joker in un tweet che è stato poi cancellato.

Tuttavia, questo non significa che il Joker non sarà introdotto in Gotham. Infatti, Mazouz ha anticipato che egli farà la sua tanto attesa apparizione presto. “[Jerome] è sicuramente l’ispirazione per il Joker, e il modo in cui il Joker arriva nella serie, a mio parere, è una delle cose più brillanti che la serie ha mai fatto“. Continua a leggere

“Once Upon A Time 7”: Lana Parrilla dirigerà un episodio

Lana Parrilla è la “prescelta”.

L’attrice che fa parte del cast di Once Upon A Time fin dall’inizio della serie farà il suo debutto dietro la macchina da presa e dirigerà il 17° episodio della settima stagione; a dare l’annuncio è stato il co-creatore Adam Horowitz che come di consueto ha postato su Twitter una pagina del copione.

Oltre ai nomi degli sceneggiatori – Paul Karp e Brian Ridings – è trapelato anche il titolo dell’episodio “Chosen” ovvero “Prescelto”. La serie targata ABC è al momento in pausa oltreoceano e tornerà il 2 Marzo.   [TVLine]

“Lost”: ABC per adesso non sta valutando il possibile revival

ABC non è pronta a tornare sull’isolanon ancora.

La Presidente della rete Channing Dungey ha detto che non ha in programma di far tornare il mega-fenomeno televisivo Lost. Tuttavia, non esclude del tutto questa possibilità. “Non abbiamo avuto alcuna discussione ufficiale a tal proposito. È qualcosa che si trova nella lista di “non sarebbe grandioso se… ” ma a questo punto non c’è altro”.

Speculazioni circa una nuova Lost sono circolate nell’estate quando l’ex co-showrunner Carlton Cuse ha annunciato il suo ritorno presso ABC Studios con un contratto di quattro anni che lo invita a sviluppare nuovi progetti per reti televisivi, via cavo e servizi streaming, sia da solo che con altri sceneggiatori.

Alla domanda se lei ha parlato informalmente con Cuse circa riportare Lost in qualche capacità, Dungey ha risposto: “non ho ancora avuto quella conversazione con lui”.   [TVLine]

Quali serie TV rischiano la cancellazione nel 2018?

Arrivati alla fine dell’anno è il momento di tirare un po’ le somme e capire quali serie televisive rischiano più di altre di essere cancellate nei prossimi mesi secondo le valutazioni e i pareri degli esperti del sito TVLine che ha stilato la seguente lista.

Once Upon A Time
Contro: gli ascolti sono scesi ai minimi storici; il rating è piuttosto basso sin dal terzo episodio della settima stagione e solo 2,29 milioni di telespettatori si sono sintonizzati per il finale di metà stagione.
Pro: anche se il “reboot” ha lasciato fuori qualcuno, esso ha indubbiamente dato nuova vita al dramma e più energia ai personaggi che sono tornati. In più (nel bene e nel male) Once ha un pubblico fedele.

Madam Secretary
Contro: il dramma politico è ora quello con gli ascolti più bassi tra tutte le serie della rete CBS.
Pro: lo show ottiene numeri migliori di quello che otteneva un anno fa Elementary (con la messa in onda domenicale). E a proposito… Continua a leggere

“Blindspot 3”: il messaggio nascosto nei titolo è stato decrittato

Il creatore di Blindspot, Martin Gero ama la crittografia tanto da non limitarsi a inserire enigmi per Patterson ogni episodio ma anche a nasconderli nei titoli degli episodi.

Nella prima stagione erano anagrammi che nascondevano un lungo messaggio, a metà della seconda stagione i titoli sono diventati dei palindromi le cui lettere centrali dicevano “Kurt Weller SOS”.

Gero nelle settimane scorsa ha confermato a EW che il nuovo puzzle era più complesso quest’anno ma a quanto pare l’user Cornicum di Reddit ha decifrato il codice… I titoli degli episodi non sono puzzle questa stagione, ma c’è un denominatore comune in tutti ovvero una lettera che si trova sempre tra altre due lettere uguali e utilizzando proprio questa lettera viene fuori un messaggio.

Ecco tutto lo schema completo: Continua a leggere

“The Originals”: il titolo del finale di serie omaggerà New Orleans

Anche se non sappiamo ancora quando The Originals andrà in onda originaòsdi preciso nel 2018, conosciamo il titolo dell’episodio conclusivo della serie CW.

Il 13° episodio della quinta e ultima stagione è intitolato “When the Saints Go Marching In”. La melodia le cui origini esatte sono oggetto di discussione è spesso considerata “l’inno non ufficialedi New Orleans, la città per cui i Mikaelson si disputavano il controllo.

Ovviamente, non è detto che questa sarà la fine della storia dei Mikealson… la rete sta infatti pensando allo spin-off con protagonista Hope, la figlia di Klaus Mikaelson e Hayley Marshall.   [TVLine]

“The Flash 4”: qual è lo status di Keiynan Lonsdale nella serie?

Nello scorso episodio di The Flash, Wally West (interpretato da Keiynan Lonsdale) ha detto a Barry, Iris e tutti gli altri che stava lasciando la città per trovare la sua strada, dopo che la sua ragazza di Earth-2, Jesse Wells lo ha lasciato.

Ma non c’è da preoccuparsi, il viaggio di Wally a Blue Valley è solo una cosa temporanea. “Keiynan è un membro fisso del cast” ha spiegato il co-showrunner Andrew Kreisberg a TVLine, “e lo vedremo di nuovo” nel settimo episodio della quarta stagione.

Il produttore esecutivo ha anche lasciato intendere che la pausa sabbatica di Wally non coincide per caso con l’arrivo di Ralph Dibny (alias The Elongated Man). “Ci sono alcune cose che diventano chiare come la stagione va avanti” ha detto Kreisberg prima di approfondire la questione pratica di giostrare due velocisti in una serie.

È difficile avere due velocisti, sia dal punto di vista creativo che finanziario” spiega Kreisberg. “Molte volte Barry deve esser messo fuori gioco in modo tale che Wally possa salvare la giornata, oppure il contrario – e solo metterli al tappetto, ha costi elevati”. Continua a leggere

“Veronica Mars”: Kristen Bell sostiene che la 4^ stagione ‘revival’ ci sarà

Cerchiamo di tenere fede alla parola di Kirsten Bell: la protagonista di Veronica Mars ha promesso ancora una volta ai fan che la bionda detective tornerà sul casoalla fine.

Prima un rapido aggiornamento: l’anno scorso l’attrice (che è attualmente nel cast della comedy The Good Place) ha detto che lei e il creatore della serie Rob Thomas stavano cercando di far tornare Veronica Mars nella forma di una serie limitata invece che di un film. Ma non solo, secondo Bell “stavolta non chiederemo ai fan di sborsare niente”.

Poco dopo Thomas ha detto che l’eventuale prospettiva consisterebbe di una mezza dozzina di episodi lunghi un’ora. “Kristen e io vogliamo entrambi trovare un modo per realizzare sei episodi alla Veronica Marsmystery” ha spiegato lui. “Se fossi uno scommettitore, azzarderei che accadrà. Solo non so quando”.

Tornando al presente, Bell al sito IndieWire ha fornito questo aggiornamento: “Siamo disposti a impegnarci. Voglio dire, se dovessi farlo come la Signora in Giallo a 80 anni, lo faremo comunque. Succederà”.

Bell ha anche detto che lei e Thomas si inviano delle “email a tal proposito all’incirca ogni due mesi” aggiungendo che Veronica Mars “funziona meglio come una [serie] episodica” invece che come un film.   [TVLine]

“Chicago P.D.”: Sophia Bush ammette che è stata lei a voler lasciare la serie

Sophia Bush ha finalmente commentato circa la sua improvvisa decisione di lasciare Chicago P.D., confermando sui social media che di fatto è stata una sua decisione lasciare la grande famiglia di #OneChicago.

Rispondendo a un commento circa il suo nuovo progetto in TV (un pilot di cui sarà protagonista e produttrice), l’attrice ha respinto l’idea che la decisione di lasciare il procedurale di NBC sia stata presa da altri per lei. Bush ha anche lasciato intendere che aveva deciso di lasciare la serie molto prima della sua ultima apparizione nel finale della quarta stagione.

Mi ci è voluto tanto tempo e molto lavoro per uscire da quella serie” ha scritto lei su Instagram. “Ho lasciato perché volevo. Fine della storia”.

Lo stesso produttore di #OneChicago, Dick Wolf lo scorso Agosto aveva confermato che Bush “voleva andarsene” dalla serie.   [TVLine]

“Riverdale 2”: chi potrebbe essere la prossima vittima?

A Riverdale c’è ufficialmente un assassino a piede libero.

Dopo aver preso di mira Fred Andrews, Ms. Grundy e adesso anche Moose, TV Guide ipotizza chi potrebbe essere il prossimo nome nella lista di questo assassino.

Al momento non è facile poiché non c’è un vero legame tra le varie vittime… mentre i primi due sono ovviamente legati a Archie, il killer se la sarebbe davvero presa con Moose se il suo obiettivo fosse l’eroe dai capelli rossi?

Ecco un po’ di ipotesi fatte dal sito circa alcuni personaggi la cui morte potrebbe avere un certo impatto non cambiando però al contempo la chimica della serie stessa…

Un Serpent | In realtà non importa chi sia tra di loro, ma se l’assassino vuole mandare un messaggio, far fuori uno dei membri della gang più forte di Riverdale certamente lo farà. Ciò complicherebbe anche le cose per Jughead, che è divenuto il leader defacto del gruppo visto che suo padre FP è in prigione. La morte di un Serpent porterebbe senza dubbio Jughead a oltrepassare alcuni confini morali per ottenere giustizia e susciterebbe alcuni drammi emotivi per il nostro strambo titolare. Continua a leggere