“Supernatural”: Stephen Amell farà un cameo nella serie?

Oliver Queen alias Green Arrow incontrerà Dean e Sam Winchester oppure Stephen Amell ha fatto semplicemente visita al set di Supernatural?

L’attore di Arrow nei mesi scorsi ha espresso il suo interesse per un cameo in Supernatural o perfino per un crossover tra le due serie targate CW e adesso qualcosa è successo… in un certo senso perlomeno.

Amell ha postato su Twitter uno scatto di se stesso sul sedile del conducente dalla famosa Baby‚ l’Impala dei fratelli Winchester con la didascalia: “quest’auto puzza come 13 stagioni degne di peti”.

Questo dipende davvero da Jensen [Ackles] e Jared [Padalecki]. Ho sentito che avranno uno spin-off il che è eccitante ma ancora di più‚ in quanto membri più anziano della famiglia di CW‚ si tratterebbe davvero di trovare un momento nella loro agenda per rendere felici tutti i fan. Io sono totalmente d’accordo. Non voglio fare lo scaricabarile‚ ma il barile è adesso ai loro piedi” aveva detto Amell ai fan la scorsa estate su Facebook Live. Continua a leggere

Annunci

“Agents Of S.H.I.E.L.D. 5”: il finale di stagione sarà anche il finale di serie?

Le menti creative dietro Marvel’s Agents Of S.H.I.E.L.D. si stanno preparando a mettere a punto il finale della quinta stagione, tenendo in considerazione che esso dovrà essere soddisfacente come finale di serie, se la rete ABC deciderà di non rinnovare il dramma.

Adesso stiamo [scrivendo il finale]” ha detto il co-showrunner Jed Whedon a TVLine, “sappiamo di cosa si tratta” ha aggiunto l’altra co-showrunner Maurissa Tancharoen e quello che è potrebbe fungere “sia” da finale di stagione che di serie.

Whedon ha spiegato meglio: “sì, siamo pronti se questa sarà la fine. Certamente lo renderemo gratificante in entrambi i casi”.

A seconda di qualsiasi imminente cambiamento, “possiamo tornare indietro e ci sono alcune cose che inseriremo all’ultimo minuto le quali potrebbero essere adeguate” dice Whedon. “Ma sappiamo che alla fine non procederemo oltre quel punto. Faremo quello che avevamo in mente e penso che sarà comunque entusiasmante”.

“Sabrina” reboot: ecco il nuovo Salem

Anche se il gatto nero dovrebbe portare sfortuna, noi ci sentiamo improvvisamente molto fortunati

Lo showrunner di Riverdale, Roberto Aguirre-Sacasa ha condiviso sui social la prima foto di Salem il gatto delle Spellman nella nuova serie targata Netflix (senza ancora un titolo!) reboot di Sabrina Vita da Strega e spin-off di Riverdale.

Non sappiamo esattamente come questo nuovo Salem sarà paragonato al suo “antenato” logorroico della serie originale con Melissa Joan Hart, ma se lui somiglierà alla versione dei fumetti scritti da Aguirre-Sacasa da cui è tratta la nuova serie, The Chilling Adventures of Sabrina – i fan dovranno prepararsi per un brusco risveglio, in quanto quel Salem è molto più sinistro.   [TVLine]

“Gotham 4”: Jerome non è il Joker, ma il Joker arriverà

Una delle domande che i fan di Gotham si sono posti molto spesso è se Jerome Valeska è davvero il Joker oppure no…
Sebbene egli abbia impressionato con quel sorriso diabolico e le risate maniacali tipiche dell’antagonista di Batman, la serie non ha mai dichiarato che Jerome è il Joker.

David Mazouz che nel dramma Fox interpreta Bruce Wayne con Discussing Film podcast ha confermato che Jeromenon è il Joker, è tutto quello che dirò“.

Le dichiarazioni dell’attore hanno fatto un po’ il giro in rete e su Twitter lo stesso Cameron Monaghan ha confermato che Jerome non è il Joker in un tweet che è stato poi cancellato.

Tuttavia, questo non significa che il Joker non sarà introdotto in Gotham. Infatti, Mazouz ha anticipato che egli farà la sua tanto attesa apparizione presto. “[Jerome] è sicuramente l’ispirazione per il Joker, e il modo in cui il Joker arriva nella serie, a mio parere, è una delle cose più brillanti che la serie ha mai fatto“. Continua a leggere

“Once Upon A Time 7”: Lana Parrilla dirigerà un episodio

Lana Parrilla è la “prescelta”.

L’attrice che fa parte del cast di Once Upon A Time fin dall’inizio della serie farà il suo debutto dietro la macchina da presa e dirigerà il 17° episodio della settima stagione; a dare l’annuncio è stato il co-creatore Adam Horowitz che come di consueto ha postato su Twitter una pagina del copione.

Oltre ai nomi degli sceneggiatori – Paul Karp e Brian Ridings – è trapelato anche il titolo dell’episodio “Chosen” ovvero “Prescelto”. La serie targata ABC è al momento in pausa oltreoceano e tornerà il 2 Marzo.   [TVLine]

“Lost”: ABC per adesso non sta valutando il possibile revival

ABC non è pronta a tornare sull’isolanon ancora.

La Presidente della rete Channing Dungey ha detto che non ha in programma di far tornare il mega-fenomeno televisivo Lost. Tuttavia, non esclude del tutto questa possibilità. “Non abbiamo avuto alcuna discussione ufficiale a tal proposito. È qualcosa che si trova nella lista di “non sarebbe grandioso se… ” ma a questo punto non c’è altro”.

Speculazioni circa una nuova Lost sono circolate nell’estate quando l’ex co-showrunner Carlton Cuse ha annunciato il suo ritorno presso ABC Studios con un contratto di quattro anni che lo invita a sviluppare nuovi progetti per reti televisivi, via cavo e servizi streaming, sia da solo che con altri sceneggiatori.

Alla domanda se lei ha parlato informalmente con Cuse circa riportare Lost in qualche capacità, Dungey ha risposto: “non ho ancora avuto quella conversazione con lui”.   [TVLine]

Quali serie TV rischiano la cancellazione nel 2018?

Arrivati alla fine dell’anno è il momento di tirare un po’ le somme e capire quali serie televisive rischiano più di altre di essere cancellate nei prossimi mesi secondo le valutazioni e i pareri degli esperti del sito TVLine che ha stilato la seguente lista.

Once Upon A Time
Contro: gli ascolti sono scesi ai minimi storici; il rating è piuttosto basso sin dal terzo episodio della settima stagione e solo 2,29 milioni di telespettatori si sono sintonizzati per il finale di metà stagione.
Pro: anche se il “reboot” ha lasciato fuori qualcuno, esso ha indubbiamente dato nuova vita al dramma e più energia ai personaggi che sono tornati. In più (nel bene e nel male) Once ha un pubblico fedele.

Madam Secretary
Contro: il dramma politico è ora quello con gli ascolti più bassi tra tutte le serie della rete CBS.
Pro: lo show ottiene numeri migliori di quello che otteneva un anno fa Elementary (con la messa in onda domenicale). E a proposito… Continua a leggere

“Blindspot 3”: il messaggio nascosto nei titolo è stato decrittato

Il creatore di Blindspot, Martin Gero ama la crittografia tanto da non limitarsi a inserire enigmi per Patterson ogni episodio ma anche a nasconderli nei titoli degli episodi.

Nella prima stagione erano anagrammi che nascondevano un lungo messaggio, a metà della seconda stagione i titoli sono diventati dei palindromi le cui lettere centrali dicevano “Kurt Weller SOS”.

Gero nelle settimane scorsa ha confermato a EW che il nuovo puzzle era più complesso quest’anno ma a quanto pare l’user Cornicum di Reddit ha decifrato il codice… I titoli degli episodi non sono puzzle questa stagione, ma c’è un denominatore comune in tutti ovvero una lettera che si trova sempre tra altre due lettere uguali e utilizzando proprio questa lettera viene fuori un messaggio.

Ecco tutto lo schema completo: Continua a leggere

“The Originals”: il titolo del finale di serie omaggerà New Orleans

Anche se non sappiamo ancora quando The Originals andrà in onda originaòsdi preciso nel 2018, conosciamo il titolo dell’episodio conclusivo della serie CW.

Il 13° episodio della quinta e ultima stagione è intitolato “When the Saints Go Marching In”. La melodia le cui origini esatte sono oggetto di discussione è spesso considerata “l’inno non ufficialedi New Orleans, la città per cui i Mikaelson si disputavano il controllo.

Ovviamente, non è detto che questa sarà la fine della storia dei Mikealson… la rete sta infatti pensando allo spin-off con protagonista Hope, la figlia di Klaus Mikaelson e Hayley Marshall.   [TVLine]

“The Flash 4”: qual è lo status di Keiynan Lonsdale nella serie?

Nello scorso episodio di The Flash, Wally West (interpretato da Keiynan Lonsdale) ha detto a Barry, Iris e tutti gli altri che stava lasciando la città per trovare la sua strada, dopo che la sua ragazza di Earth-2, Jesse Wells lo ha lasciato.

Ma non c’è da preoccuparsi, il viaggio di Wally a Blue Valley è solo una cosa temporanea. “Keiynan è un membro fisso del cast” ha spiegato il co-showrunner Andrew Kreisberg a TVLine, “e lo vedremo di nuovo” nel settimo episodio della quarta stagione.

Il produttore esecutivo ha anche lasciato intendere che la pausa sabbatica di Wally non coincide per caso con l’arrivo di Ralph Dibny (alias The Elongated Man). “Ci sono alcune cose che diventano chiare come la stagione va avanti” ha detto Kreisberg prima di approfondire la questione pratica di giostrare due velocisti in una serie.

È difficile avere due velocisti, sia dal punto di vista creativo che finanziario” spiega Kreisberg. “Molte volte Barry deve esser messo fuori gioco in modo tale che Wally possa salvare la giornata, oppure il contrario – e solo metterli al tappetto, ha costi elevati”. Continua a leggere

“Veronica Mars”: Kristen Bell sostiene che la 4^ stagione ‘revival’ ci sarà

Cerchiamo di tenere fede alla parola di Kirsten Bell: la protagonista di Veronica Mars ha promesso ancora una volta ai fan che la bionda detective tornerà sul casoalla fine.

Prima un rapido aggiornamento: l’anno scorso l’attrice (che è attualmente nel cast della comedy The Good Place) ha detto che lei e il creatore della serie Rob Thomas stavano cercando di far tornare Veronica Mars nella forma di una serie limitata invece che di un film. Ma non solo, secondo Bell “stavolta non chiederemo ai fan di sborsare niente”.

Poco dopo Thomas ha detto che l’eventuale prospettiva consisterebbe di una mezza dozzina di episodi lunghi un’ora. “Kristen e io vogliamo entrambi trovare un modo per realizzare sei episodi alla Veronica Marsmystery” ha spiegato lui. “Se fossi uno scommettitore, azzarderei che accadrà. Solo non so quando”.

Tornando al presente, Bell al sito IndieWire ha fornito questo aggiornamento: “Siamo disposti a impegnarci. Voglio dire, se dovessi farlo come la Signora in Giallo a 80 anni, lo faremo comunque. Succederà”.

Bell ha anche detto che lei e Thomas si inviano delle “email a tal proposito all’incirca ogni due mesi” aggiungendo che Veronica Mars “funziona meglio come una [serie] episodica” invece che come un film.   [TVLine]

“Chicago P.D.”: Sophia Bush ammette che è stata lei a voler lasciare la serie

Sophia Bush ha finalmente commentato circa la sua improvvisa decisione di lasciare Chicago P.D., confermando sui social media che di fatto è stata una sua decisione lasciare la grande famiglia di #OneChicago.

Rispondendo a un commento circa il suo nuovo progetto in TV (un pilot di cui sarà protagonista e produttrice), l’attrice ha respinto l’idea che la decisione di lasciare il procedurale di NBC sia stata presa da altri per lei. Bush ha anche lasciato intendere che aveva deciso di lasciare la serie molto prima della sua ultima apparizione nel finale della quarta stagione.

Mi ci è voluto tanto tempo e molto lavoro per uscire da quella serie” ha scritto lei su Instagram. “Ho lasciato perché volevo. Fine della storia”.

Lo stesso produttore di #OneChicago, Dick Wolf lo scorso Agosto aveva confermato che Bush “voleva andarsene” dalla serie.   [TVLine]

“Riverdale 2”: chi potrebbe essere la prossima vittima?

A Riverdale c’è ufficialmente un assassino a piede libero.

Dopo aver preso di mira Fred Andrews, Ms. Grundy e adesso anche Moose, TV Guide ipotizza chi potrebbe essere il prossimo nome nella lista di questo assassino.

Al momento non è facile poiché non c’è un vero legame tra le varie vittime… mentre i primi due sono ovviamente legati a Archie, il killer se la sarebbe davvero presa con Moose se il suo obiettivo fosse l’eroe dai capelli rossi?

Ecco un po’ di ipotesi fatte dal sito circa alcuni personaggi la cui morte potrebbe avere un certo impatto non cambiando però al contempo la chimica della serie stessa…

Un Serpent | In realtà non importa chi sia tra di loro, ma se l’assassino vuole mandare un messaggio, far fuori uno dei membri della gang più forte di Riverdale certamente lo farà. Ciò complicherebbe anche le cose per Jughead, che è divenuto il leader defacto del gruppo visto che suo padre FP è in prigione. La morte di un Serpent porterebbe senza dubbio Jughead a oltrepassare alcuni confini morali per ottenere giustizia e susciterebbe alcuni drammi emotivi per il nostro strambo titolare. Continua a leggere

“The Gifted”: come sarà affrontato l’argomento Magneto?

The Gifted ha un certo numero di potenti mutanti nel suo roster, ma nessuno di loro è forte come Lorna, la quale ha un dono molto familiare che le permette di controllare i metalli.

Tutti i fan di X-Men sanno che quella particolare abilità appartiene a Magneto, ma coloro che conoscono ancora meglio l’universo Marvel sanno che quel dono condiviso tutto è tranne che una coincidenza… nei fumetti infatti Lorna è la figlia di Magneto.

Lo showrunner della nuova serie Fox, Matt Nix ha anticipato che The Gifted incorporerà la paternità di Lorna, tuttavia non dobbiamo aspettarci che Michael Fassbender o Ian McKellen appaiono nella prima stagione.

Credo che questa sia in realtà una parte importante della sua lotta questa stagione in modo particolare e anche nella prossima” spiega Emma Dumont con TV Guide circa la storia di Lorna con Magneto. “Sapete, le sono arrivate quelle voci circa chi è il suo padre biologico. Loro ovviamente hanno delle abilità molto simili, e di conseguenza Lorna fatica a capire cosa significa per lei. Lui è un cattivo come dicono le persone? Oppure ha solo fatto quello che credeva essere giusto? Lei ha quelle stesse opinioni, sensazioni e prova la medesima ira che si dice [Magneto] abbia, e le persone li confrontano sempre dicendo che si somigliano molto. Io credo che Lorna desideri una famiglia, ma lei non sa se quella è la famiglia di cui vuole fare parte, o se ciò la rende cattiva o meno”. Continua a leggere

“Game Of Thrones”: Emilia Clarke sarà una vera bionda nell’ultima stagione

Per le riprese della stagione conclusiva del Trono di Spade, la co-protagonista Emilia Clarke ha abbracciato la sua Targaryen interiore.

L’attrice inglese, che solitamente ha i capelli castani negli ultimi sette anni ha sempre recitato indossando una parrucca curata nel minimo dettaglio per il suo personaggio Khaleesi (acconciatura sapientemente mantenuta dal team di parrucchieri di GoT nominato per sei volte agli Emmy).

Ma mentre si appresta a girare gli episodi finali della serie HBO, Clarke ha deciso di tingersi i suoi capelli diventando bionda; l’attrice ha postato questo scatto su Instagram.

Tuttavia, a meno che la Madre dei Draghi non opti per un nuovo taglio di capelli più corto in vista del suo epico scontro con Night King, Entertainment Weekly suggerisce che Clarke continuerà a indossare una parrucca (o per lo meno delle extension). La produzione dell’ottava stagione di Game Of Thrones comincerà il mese prossimo.

“Game Of Thrones 8”: secondo un report verranno girati molteplici finali per l’ultima stagione

Game Of Thrones sta studiando una tattica della vecchia scuola per preservare il mistero dietro la tanto attesa ottava e ultima stagione.

Secondo un report il Presidente di HBO, Carey Bloys avrebbe recentemente rivelato che Il Trono di Spade girerà più finali per la conclusione della serie così nessuno – nemmeno i membri del cast – sarà al corrente di come terminerà effettivamente la storia. “Devi fare in questo modo” ha spiegato Bloys, “perché quando giri qualcosa, le persone lo sanno. Quindi gireranno più versioni in modo tale che non ci sia alcuna risposta definitiva fino alla fine”.

HBO per il momento non ha né confermato né negato questa voce.

Alla domanda di EW circa quali tattiche gli showrunner di GoT avevano intenzione di usare per proteggere i segreti della stagione finale, il produttore esecutivo Dan Weiss aveva risposto: “non vogliamo proprio dirlo perché se lo facessimo qualcuno troverebbe un modo per eludere le cose che stiamo facendo”.

La produzione dell’ultima stagione – che consisterà in sei episodi – comincerà a Ottobre e il debutto è invece previsto nel tardo 2018 oppure nel 2019.   [Entertainment Weekly]

“PLL”: il finale è stato l’episodio più twittato del 2017

Il finale di serie di Pretty Little Liars si è veramente superato… Beh, almeno per quanto riguarda il successo riscosso su Twitter.

Anche se da anni la serie è una delle più seguite sui social, com’era prevedibile tutte le rivelazioni di “Til DeAth Do Us Part” hanno senza dubbio scatenato tantissimi cinguettii.

Entertainment Weekly rivela infatti che l’episodio conclusivo del dramma Freeform terminato dopo sette stagioni è stato l’episodio in assoluto più twittato quest’anno.

Il finale ha infatti raggiunti più di 1,7 milioni di tweet a livello globale; nello specifico il picco è arrivato alla comparsa sullo schermo di una certa gemella.

Tuttavia, non si tratta di un record per PLL poiché l’episodio più twittato di tutti i tempi resta “Game Over, Charles” alias il finale della sesta stagione del 2015.

Quali sono le serie televisive più viste al mondo?

Questa notizia potrebbe sorprendere un po’ coloro che sono bloccati sul divano a guardare le repliche di Game Of Thrones, le maratone di Better Call Saul e i bagordi di Pretty Little Liars ma c’è ovviamente un mondo intero che segue le serie televisive e nonostante non sia semplice, Monte-Carlo Television Festival e Eurodata TV Worldwide pensano di sapere quali siano le più seguite in assoluto.

Le due organizzazioni hanno consegnato l’International Television Audience Awards alla serie televisiva che ha l’audience più alto al mondo e per la terza volta in quattro anni, l’onore è toccato a… NCIS. Secondo CBS, oltre 47 milioni di telespettatori hanno visto NCIS nel 2016.

Gli altri due finalisti nella categoria dramma erano Criminal Minds e The X-Files, nella categoria commedie invece erano Modern Family, The Big Bang Theory e l’ucraina Svaty, ma nessun vincitore è stato annunciato per quest’ultima categoria.

Con la grande concorrenza dei servizi streaming e dell’on demand che interferisce nelle statistiche, il successo internazionale è più influente che mai sul determinare il futuro della serie. Traduzione: NCIS andrà in onda per molti anni a venire. [TV Guide]

“Supernatural 13”: Mark Sheppard non sarà più un series regular

Il finale della dodicesima stagione di Supernatural ha lasciato il aria il destino di molti personaggi, ma per Castiel e Crowley, le loro sorti erano sigillate… o almeno così sembrava.

Nonostante Lucifero abbia pugnalato Castiel con un lama angelica, Misha Collins ha affermato tramite Twitter che c’è un futuro per il suo personaggio, il che non è molto scioccante considerato le volte che la serie ha riportato i suoi protagonisti in vita.

Tuttavia, per quanto riguarda Crowley, la sua morte potrebbe restare tale. Il Re dell’inferno si è sacrificato per aiutare i Winchester ad intrappolare Lucifero in un mondo alternativo e ora l’attore Mark Sheppard tramite Instagram ha ringraziato i fan del longevo dramma di CW “per la corsa” e secondo quanto scrive, per lui è “il momento di fare qualcosa di nuovo”. Supernatural tornerà il prossimo autunno con la tredicesima stagione.   [Entertainment Weekly]

TVLine conferma che Mark Sheppard non tornerà come series regular.

“Riverdale”: arriveranno gli zombie nella seconda stagione?

Riverdale prenderà una pagina dal manuale di The Walking Dead?

Una teoria prevalente è emersa circa cui il dramma The CW potrebbe adattare una storia post-apocalittica tratta direttamente da Afterlife with Archie, lo spin-off del fumetto Archie in cui un’orda di zombie decima la città. Sì, sul serio.

Pensiamoci un attimo: nei fumetti del 2013, Jughead supplica Sabrina Spellman di aiutarlo a riportare il suo cane in vita dopo che l’animale viene investito da una macchina. Ma lei accidentalmente trasforma Hot Dog in uno zombie che morde Jughead dando così inizio alla piaga di zombie.

Quindi, dove sono gli indizi affinché questa trama possa effettivamente prendere vita nel piccolo schermo? Prima della sua morte nella premiere, Jason Blossom si è recato al lato di Greendale del fiume – che è la città natale di Sabrina, la quale ha il potenziale di apparire nella serie – ed il suo cadavere è poi stato trovato con una ferita d’arma da fuoco alla testa (metodo certamente noto per uccidere uno zombie….). Nel frattempo, sua sorella Cheryl, ha avuto una visione di un non morto Jason all’inizio di questa stagione (nella foto).

Oh, non dimentichiamoci poi che lo showrunner di Riverdale, Roberto Aguirre-Sacasa ha scritto Afterlife with Archie. Continua a leggere