“Dexter 9”: quattro attori si sono uniti al revival

La nona stagione di Dexter ha accolto nel suo cast quattro volti nuovi o potenziali vittime di Morgan stesso.

Nei dieci episodi del revival, Michael C. Hall e Clancy Brown saranno affiancati da Julia Jones (The Mandalorian), Alano Miller (Sylvie’s Love), Johnny Sequoyah (Believe) e Jack Alcott (The Good Lord Bird).

La trama sarà ambientata nella piccola e immaginaria cittadina di Iron Lake, a nord di New York. La serie originale aveva luogo a Miami.

Jones interpreterà Angela Bishop, la prima capo della polizia nativa americano della città. Sequoyah si calerà nei panni di Audrey, la figlia adolescente sfacciata e presuntuosa di Bishop. Miller sarà Logan, un sergente del Dipartimento di polizia di Iron Lake nonché assistente dell’allenatore di wrestling del liceo locale. Alcott è Randall, egli ha un incontro significativo con Dexter.

Le riprese cominceranno il mese prossimo in Massachusetts.    [DeadlineTVLine]             Dexter l’oscuro: 2125

“Dexter 9”: Clancy Brown sarà l’antagonista principale

Ecco il volto della nuova nemesi di Dexter Morgan.

Clancy Brown si è unito all’imminente revival della rete via cavo Showtime in qualità di antagonista principale dell’antieroe interpretato da Michael C. Hall.    Dexter Stg.1-8 (Box 35 Dvd Serie Completa)

L’attore – i cui tanti crediti in televisione includono Carnivale e Billions – si calerà nei panni del membro fisso del cast Kurt Caldwell, il sindaco ufficioso della piccola città di Iron Lake.

Secondo la descrizione ufficiale del personaggio, Kurt “ha realizzato il sogno americano passando dal guidare grandi camion – proprio come fece il padre – al possedere diversi camion e la stazione di servizio locale. Potente, generoso, amato da tutti lui è un vero uomo del popolo. Se lui ti copre le spalle, considerati benedetto. Ma se dovessi farlo arrabbiare o ferire qualcuno a cui lui tiene… che il cielo ti aiuti”. Continua a leggere

“Dexter”: secondo Michael C. Hall il reboot farà ammenda per l’insoddisfacente finale originale

Michael C. Hall ha accettato di tornare nei panni di Dexter, niente meno che uno dei serial killer più famosi del piccolo schermo in parte per porre rimedio a quello che è stato il tanto criticato finale di serie risalente a sette anni fa…

Siamo realistici: la gente ha trovato piuttosto insoddisfacente il modo in cui Dexter si è concluso” ha detto l’attore in una recente intervista al The Daily Beast, “e c’è sempre stata la speranza che emergesse una storia che valesse la pena raccontare. Includo me stesso nel gruppo di persone che si chiedevano: che diavolo è successo a quel tipo? Quindi sono emozionato di fare un passo indietro. Non ho mai vissuto l’esperienza di interpretare lo stesso personaggio dopo così tanti anni”.

Licenza Ufficiale Dexter Tazza di caffè, Mug
Lo scorso ottobre, la rete via cavo Showtime ha annunciato di aver ordinato una serie limitata – o nona stagione, se vogliamo – formata da dieci episodi che vedrà anche il ritorno dell’originale showrunner di Dexter, Clyde Phillips. Continua a leggere

SPOILER su The Blacklist, #OneChicago, Supernatural, The Good Doctor, Superstore e Dexter

Cominciamo la settimana con qualche anticipazione sullo status di un paio di coppie della Caserma 51 e di Chicago Med, quali saranno le conseguenze del tradimento di Liz Keen in The Blacklist, dove si troverà Dexter Morgan all’inizio del revival ed altro ancora nelle righe sottostanti…

  • The Blacklist

Secondo il produttore esecutivo Jon Bokenkamp, Liznon aveva altra scelta” se non quella di tradire sia Reddington che la task force ed ogni membro “avrà una prospettiva diversa, sarà interessante osservare come tutti reagiranno al suo tradimento, se resteranno insieme oppure no dopo la decisione che lei ha preso”.

Funko- Pop Vinile The Blacklist Elizabeth Keen, 10822
Nel frattempo, quello che c’è tra lei e Resslerè reale” sottolinea Bokenkamp, “ma è anche un voltafaccia per tanto è complesso e potenzialmente difficile da reggere andando avanti”. L’altro EP John Eisendrath con TVLine aggiunge che c’è della “genuinità” tra i due agenti proveniente dalla “consapevolezza che si trovano alla fine di un lungo viaggio per tanto quei sentimenti latenti e non espressi l’uno per l’altro vengono fuori”.

  • Chicago Fire

La relazione di Stella e Severidesi evolverà in modo positivo” ha rivelato lo showrunner Derek Haas a Hollywood Life. “Non voglio dire che le campane suoneranno a nozze ma nemmeno che non lo faranno”.
Bonus scoop: Brett si metterà in viaggio per andare a trovare la sua sorellina Amelia, “ma chi andrà con lei?” Molto probabilmente… Matt Casey! Continua a leggere

“Dexter”: Showtime ha ordinato il revival con Michael C. Hall

Il secondo lavoro di Dexter Morgan come taglialegna sta per volgere al suo termine, per il serial killer sarà tempo di rimettersi all’opera.

La rete via cavo Showtime ha ordinato il revival di Dexter in dieci episodi con Michael C. Hall a bordo per riprendere il ruolo dell’antieroe titolare.

Il produttore esecutivo Clyde Phillips tornerà in qualità di showrunner della pseudo nona stagione le cui riprese dovrebbero cominciare quest’inverno per un debutto atteso nell’autunno 2021.

Sottolineando l’importanza di Dexter non solo per i suoi fan ma anche per la rete stessa, il Presidente di Showtime, Gary Levine ha detto in un comunicato: “rivisiteremmo questo personaggio unico solo se riuscissimo a trovare uno spunto creativo degno veramente della brillante serie originale. Bene, sono felice di annunciare che Clyde Phillips e Michael C. Hall l’hanno trovato e non vediamo l’ora di registrarlo e mostrarlo al mondo”.        Box-Dexter Stg.1-8 (Serie Completa)

Dexter debuttò nell’autunno 2006 e durò otto stagioni. Nel finale di serie (ritenuto deludente da molti fan), Dexter ha inscenato la sua morte e assunto una nuova identità come taglialegna.    [TVLine]

Il capo di Showtime difende in finale di “Homeland 4” e risponde ad altre giudizi

A proposito del criticato finale troppo tranquillo – secondo alcuni – della quarta stagione di “Homeland”, il Presidente della rete Showtime, David Nevins ha ammesso che è stato discusso di estendere il fulcro della storia nei due episodi conclusivi, ma poi è stato invece deciso di fare in modo diverso e avvolgere il tutto con più calma a Washington.

Nevins ha anche pesato circa le recenti denunce la parte del Pakistan circa il modo in cui la serie avrebbe mostrato un Paese “lurido”, dichiarazioni che però non spaventano i produttori circa la rezlizzazione della quinta stagione.

Riflettendo sullo scorso finale, il Presidente ha detto: “sarò sincero: sono stato un gran sostenitore del ritorno a Washington… sapevo che il culmine dell’azione sarebbe stato nell’undicesimo episodio, ma penso che sia ok scuotere un po’ le cose. Lo spettacolo è sempre stato fatto d’azione e suspense, ma anche di lato personale” sottolinea.

Ho ritenuto essere davvero importante per Carrie affrontare la sua maternità e se non avessimo toccato l’argomento nell’ultimo episodio, la stagione non si sarebbe percepita come completa. Ho amato l’episodio finale… non si può sempre finire con le cose più culminanti della storia”.

Mentre circa le critiche sul come è stata rappresentata Islamabad, Nevins non ritiene che queste critiche influenzeranno i produttori andando avanti. “Spero che non vengano considerate affatto. Davvero, io non voglio che ci siano delle limitazioni. Non hanno mai evitato nulla di difficile”. Continua a leggere

“Gotham” trova il suo Salvatore Maroni in una ex star di Dexter

La mafia sta per invadere la città di “Gotham”.

La prossima serie prequel di Batman ha reclutato l’ex star di “Dexter”, David Zayas per apparire come ricorrente nei panni del boss Salvatore Maroni.

Nella mitologia di Batman, il personaggio è uno dei gangster più pericolosi della città e tra i primi nemici del giustiziere mascherato. Egli è anche tristemente famoso per sfigurare Harvey Dent, portato a trasformarsi in Two-Face.

In “Dark Night”, Maroni è stato interpretato da Eric Roberts. In Gotham (in onda il 22 Settembre oltreoceano) Maroni cercherà di ampliare il suo territorio, finendo in collisione con il rivale Falcone (John Doman) per il controllo della città.   [TV Line]

Showtime: il punto sullo spin-off di Dexter, la nuova villain di Penny Dreadful e altro ancora

Allora questo discusso spin-off di “Dexter” ci sarà oppure no?

Il Presidente della rete Showtime, David Nevins dai TCA di Beverly Hills , afferma di essere ancora in contatto con Michael C. Hall e però specifica: “non c’è nessun particolare prossimo progetto” in atto tra l’attore e la rete.

Un possibilità anche minima “è sempre possibile, ma non c’è niente che accadrà effettivamente” ha chiarito Nevins. Per quanto riguarda alcune voci circa cui i dirigenti avevamo proibito di mettere fine al protagonista nel finale della serie durata otto anni, risponde: “nessuno ha lanciato l’idea di uccidere Dexter. Né Michael né i produttori ritenevano essere quello il giusto epilogo”.

Gli altri temi affrontato durante il pannello:

Sullo status di “Happyish”, che vedeva come protagonista Philip Seymour Hoffman, “io ora ho cinque script… che ritengo essere brillanti. Se posso farlo bene, è qualcosa che probabilmente farò. Deve esser messo perfettamente insieme”.

Il nuovo drama “The Affair” che debutterà oltreoceano il 19 Ottobre avrà una pima stagione composta da 10 episodi e mentre il quadro delle narrazione suggerisce una serie limitata è “inteso come una storia che continua” specifica Nevins.

Madame Kail (interpretata da Helen McCrory) sarà “la grande antagonista” nella seconda stagione di “Penny Dreadful”. Sempre Nevins aggiunge che i nuovi episodi “approfondiranno i rapporti e le complicazioni tra i personaggi”.

Per quanto riguarda gli ascolti non particolarmente alti dei ritorno per la seconda stagione di “Ray Donovan” e “Master Of Sex”,quando vedrete i [numeri] live plus 3, entrambi sono quasi uguali allo scorso anno, è un risultato incredibile”.   [TV Line]

Michael C. Hall sul finale di Dexter: “gli scrittori potrebbero essersi gasati”

Michael C. Hall ha rilasciato nuove dichiarazioni circa il contestato finale di “Dexter” e non sono certamente dei complimenti.

Il famoso drama Showtime si è concluso lo scorso anno giunto alla sua ottava stagione con la morte di Debra Morgan e l’esilio del fratello serial killer finito nel bel mezzo del nulla e creduto morto.

Se mi piaciuto? Non credo di averlo nemmeno guardato” ha confessato l’attore in un intervista al The Daily Beast sul finale dello show che lo ha reso celebre dopo “Six Feet Under”. Hall aggiunge anche: ho ritenuto essere narrativamente soddisfacente – ma non era poi così stuzzicante”.

Penso che lo spettacolo ha perso una certa quantità di torsioni dice.
Solo intrinsecamente a causa di tutto il tempo per cui abbiamo proseguito, del capitale di narrazione che abbiamo speso e perché gli scrittori magari si sono gasati. Forse una parte del pubblico voleva qualcosa di più soddisfacente, forse volevano un lieto fine per Dexter, sia un happy ending o un senso più definitivo di chiusura” afferma infine Hall.   [TV Line]

Michael C. Hall difende il finale controverso di “Dexter” e se ci fosse uno spin-off lo guarderebbe

Michael C. Hall ha iniziato nuovi progetti lavorativi nella sua vita, ma naturalmente, durante un’intervista a “Watch What Happens Live”, i fan sono tornati a chiedergli della serie che lo ha reso famoso: “Dexter”.

Hall afferma che il finale andato in onda lo scorso anno per lui era giusto. “Morgan ha ottenuto ciò che riteneva di meritarsi. Si è esiliato perché l’interazione con il mondo e le persone a cui teneva non hanno portato ad altro se non alla distruzione delle loro vite… Ha avuto quello si meritava ed io credo che il finale sia stato appropriato”.

Però alcuni fan non erano esattamente entusiasti: “credo che alcuni volessero qualcosa di diverso, di più definitivo, felice o soddisfacente o magari desideravano che morisse. Non lo so. Ma Dexter non è venuto fuori”.

Circa l’idea di uno spin-off, Hall commenta: “Per me è difficile immaginare come sarebbe. È un’idea che non mi è mai venuta in mete. Se qualcuno lo farà, lo guarderò. Ma è difficile da dire… Forse potrei fare delle apparizioni in una serie intitolata Masuka scherza l’attore riferendosi al collega di Morgan alla scientifica di Miami.   [Zap2IT]

Michael C. Hall sarà Susan B. Anthony in una miniserie HBO

Michael C. Hall sta per fare ritorno in televisione dopo otto anni in cui ha dato il volto al serial killer “Dexter”.

Fonti dicono che l’attore sia vicino a firmare un accordo per vestire i anni della riformatrice sociale Susan B. Anthony nella miniserie HBO in otto parti provvisoriamente intitolata: “SBA: Diary of an important Woman”.

Hall dal canto suo si dice entusiasta di un ruolo del genere: “ho interpretato un impresario delle pompe funebri gay, un serial killer e ora una donna. Questo è il massimo!”.

Al momento non sono trapelati molto dettagli sul progetto se non che sarà una rivisitazione moderna delle vita americana che sarà girato in Argentina, come su richiesta di Hall stesso. Altri attori al momento non sono confermati anche se sono trapelati quelli di Megan Fox e Chase Crawford per la parte di Elizabeth Cady Stanton mentre Willow Smith sembra essere la favorita per il ruolo della giovane Carrie Chapman Catt.

Le riprese inizieranno il prossimo mese con Larry Charles al timone di tutti gli episodi mentre la messa in onda sarebbe prevista per l’otto Marzo 2015 per la festa nazionale della donna. [Fonte]

Nuovi ruoli per Julia Stiles e Virginia Madsen

Altre due attrici prenderanno parte a nuovi pilot

Julia Stiles (“Dexter”) ha preso parte a TNT “Guilt by Association” in cui interpreterà l’impulsiva Vice Procuratore di Los Angeles di nome Rachel Knight. L’attrice rimpiazzerà Neve Campbell che si è recentemente tirata fuori dalle negoziazioni per il ruolo da protagonista.

Recentemente vista come una strega malvagia in “Witches Of East End”, Virginia Madsen è entrata nel cast di NBC “Babylon Fields”, la cui trama è incentrata su persone che tornano in vita dopo la morte.
L’attrice sarà Rhonda Whuch, la madre dello scienziato Thomas Whuch. Nel cast anche Meagan Good (“Deception”).  [TV Line]

Nuovi ruoli in pilot per Rich Sommer, Kate Findlay e Aimee Garcia

Altri attori e attrici hanno ottenuto nuovi incarichi in pilot.

Rich Sommer (“Mad Men”) è stato ingaggiato per “Good Session” di CBS, e vede una coppia, Joel e Lindsay, i quali impareranno molto sulla loro relazione durante un apparente sessione di terapeuta. L’attore sarà Seth, il miglior amico di Joel del college che adesso ive in periferia con moglie e tre figli.

Kate Findlay (“The Carrie Diaries”) si trasferisca a Shondalan per “How Get Away With Murder” per ABC e sarà una studentessa di legge bad girl. (Se lo show CW fosse rinnovato per la S3, il pilot passerebbe in secondo posto).
Anche Billy Brown (“Hostages”) sarà il detective della polizia con una storia con la protagonista coinvolta nel complotto.

Aimee Garcia (“Dexter”) si è invece unità a “Red Zone” per CBS, un dramma che vede un agente della CIA costretto a tornare al lavoro dopo un grave attacco terroristico. Garcia sarà Vera Bradley, un’intelligente responsabile del caso per conto del Dipartimento antiterrorismo della CIA.  [TV Line]

Jennifer Carpenter di “Dexter” protagonista di ABC “Sea Of Fire”

Jennifer Carpenter sarà sulle tracce di un altro assassino dopo “Dexter”.

L’attrice ha infatti ottenuto un ruolo da protagonista nel progetto ABC, “Sea Of Fire”, una sorta di Twin Peaks.

La premessa: quanto tre ragazze adolescenti recitano in un film pornografico, la cosa percuote le loro famiglie esporta ad una scomparsa, un omicidio ed una miriade di altri bollenti segreti sotto l’apparenza di una piccola cittadina.

Basato sulla serie televisiva olandeseVuurzee”, il pilot è stato scritto da Jenna Bans di “Scandal” che sarà anche produttrice esecutiva assieme a Rob Golenberg, Laurie Zaks, Alon Aranya, David Hoberman, Todd Lieberman, Robert Kievit e Frank Ketelaar.  [TV Line]

Scoop su “Homeland 4” e l’eventuale spin-off di “Dexter”

Tempo di Television Critics Association anche per Showtime

Partiamo dalle critiche circa la terza stagione di “Homeland”, che il Presidente ha deciso si difendere dicendo: “non sono sorpreso, la stagione è stata piuttosto brillante nella sua forma” e inaspettatamente preveggente “molto intelligente e audace” nella sua presa sui cambiamenti delle relazioni tra Stati Uniti e Iran.

La 3° stagione doveva essere un ponte tra il secondo e il quarto anno dello show, “ho sempre saputo che ci stavamo dirigendo verso un ripristino importante” dice David Nevis.

Nella quarta stagione di “Homeland” vedrà Carrie a Instanbul, “il piano prevede di vederla a terra… mentre farà il suo lavoro”, mentre Saul – che ha lasciato la CIA per lavorare nel settore privato – svolgerà un ruolo “centrale”.

Ma non si poteva non nominare Dexter Morgan!
Circa il discusso spin-off della serie e Nevis ammette “conversazioni in corso. Si dovrebbe coinvolgere Michael C. Hall, se lo faremo, mi piacerebbe farlo con lui” che riprende il suo ruolo di serial killer davanti alla camera.

Se dovessimo farlo, dovrebbe esserci una buona ragione, un nuovo spettacolo, Io non sono interessato a una continuazione… Vorrei un nuovo concetto di Dexter, dovrebbe essere diverso” spiega il Presidente.  [TV Line]

Le serie TV più scaricate del 2013

Per il secondo anno consecutivo, “Game Of Thrones” di HBO – in particolare il finale della terza stagione – è stato l’episodio più piratato in assoluto del 2013 con ben 5,9 milioni di download.

La stessa messa in onda sulla rete via cavo ha accumulato 6.200.000 telespettatori totali nella notte del 2 Giugno.

Il series finale di “Breaking Bad” si piazza invece al secondo posto con 4,2 milioni di download seguito da un episodio di “The Walking Dead” con 3,6 milioni.

The Big Bang Theory” (3,4 milioni) e “How I Met Your Mother” (3 milioni) sono le uniche commedia ad essere entrate nella Top 10 rispettivamente come quarta e sesta, tra di loro il serial killer “Dexter” con 3,1 milioni.

A seguire con settimo posto c’è “Suits” (2,6 milioni), poi “Homeland” (2,4 milioni), Vikings (2,3 milioni) e decimo Arrow (2,2 milioni).  [TV Line]

Intervista a Sara Colleton dove spiega il finale di “Dexter”

Domenica scorsa si è concluso con l’ottava stagione lo show televisivo “Dexter” e dopo tutti gli eventi del finale (recap al link), la produttrice esecutiva Sara Colleton ha rilasciato un’intervista per spiegare al meglio i colpi di scena della trama.

TV Line: C’è mai stato uno scenario pianificato dove Dexter moriva sul serio?
Colleton:
No. Il motivo è perchè non esisteva alcuna punizione per lui in tal caso. Invece finire in esilio, lontano da tutti coloro a cui si è legato, era la punizione più adatta per lui. Lo abbiamo visto durante il suo viaggio, tutto è iniziato da una finzione ma poi Morgan è divenuto una persona più reale. Anno dopo anno abbiamo visto quanto gli sia costato. Quindi alla fine la posta in gioco è aumentata, se lui avesse continuato con il Passeggero Oscuro ed il codice non avrebbe mai lasciato solo Saxon, avrebbe pensato di non aver più bisogno di uccidere. Debra, il suo specchio di paragone è morta – ecco l’unica giusta punizione. Guardando in camera alla fine c’è soltanto silenzio, il vuoto. Il suicidio era qualcosa di troppo semplice, lui doveva restare fuori dai guai.

TV Line: Il penultimo episodio ha fatto pensare al lieto fine, ma poi l’ultima puntata è stata proprio più realistica.
Colleton
: Sì, questo il costo di essere un umano. Sapete quanto più facile sia l’idea di essere un sociopatico che non ha bisogno di pensare, non prova ansia, esitazione e nemmeno amore? Spero questo possa dare un senso specifico a Dexter, che in analisi è uno sguardo alle difficoltà di coestistere come essere umani.

TV Line: Quindi in sintesi non è più un assassino ma uno che vive nella solitudine?
Colleton
: Sì. Adesso tutto ciò che era importante nella sua vita è andato. Bandito fuori da Miami senza qualcuno che lo ami.

TV Line: Cosa significava la scena finale ed il primo piano sul protagonista?
Colleton
: Solo silenzio. Ci sono sempre state tante cose da poter leggere in Dexter – due volte prima di quella ha guardato fisso nella telecamera, ma in entrambi i casi si sentiva la voce fuori campo. In questi caso il nulla.

TV Line: La morte di Debra è sempre stata nei vostri piani?
Colleton:
Beh, non fin dal primo anno, ma certamente un paio di anni fa abbiamo deciso questa strada. Dexter [nel finale] era molto vicino alla sua umanità, ma esita alla fine e Debra, la persona a lui più cara ne paga le conseguenze soffrendo.

TV Line: Vi erano altri scenari in cui Dexter uccide Debra?
Colleton:
Esso è sempre stato previsto. In un secondo pieno di amore, fa qualcosa che già un sacco di altre volte ha fatto: prende la vita di un’altra persona. Questa è l’ironia di tutto ciò. Vi è un certo coraggio, perchè la vita di Debra sarebbe stata da vegetale, non abbastanza dal mio punto di vista. Ma Dexter era piuttosto consapevole che il senso di colpa sarebbe stato la punizione per il resto della sua esistenza.

TV Line: Nella stanza degli scrittori c’erano in gioco altri creativi finali alternativi? Oppure l’unico modo in cui doveva finire è quello mandato in onda?
Colleton:
Mai stato un finale alternativo. Sarebbe stato barare non far concludere la storia in questo modo. Tutto era pianificato. Sono certa che avremo delle discussioni o delle polemiche in proposito, ma tutti noi, coinvolti nello spettacolo fin dal suo inizio, ci sentiamo apposto col nostro operato.

TV Line: Da parte dei tifosi non ti preoccupano quelle trame che sono rimasta in sospeso?
Colleton:
Prima ne abbiamo ampiamento discusso. Scott Buck [showrunner] e Manny Coto [produttore esecutivo] hanno deciso il finale dalla prima stesura. Doveva esserci un certo grado di di ambiguità, perché non possiamo legare proprio tutto. Tante cose dovevano esser fatte in un episodio di un’ora. Sono consapevole che la gente si chiederà cosa succede a Quinn, Harrison, Hannah e gli altri, ma questa è sempre stata la storia di Dexter. Tutto il resto è stato lasciato in aria, ma non pensavamo ci fosse bisogno di ulteriori dettagli.

TV Line: Parliamo della freddezza di Quinn circa il gesto di Dexter nell’uccidere Saxon.
Colleton
: Quinn ha sempre pensato che dietro Dexter ci fosse qualcosa di più, ma non penso che l’abbia mai visto come il serial killer della notte e di certo non come il Macellaio di Bay Harbor. Ma dallo sguardo, Quinn sapeva l’intenzione di Dexter di andare ad uccidere Saxon e approvava assolutamente. Infine, al momento in cui la loro relazione finisce, resta del reciproco rispetto.

TV Line: Quindi Hannah crede Dexter morto?
Colleton
: Oh, penso di sì. Lei sapeva dell’arrivo di quel forte uragano. Hannah crederà che il motivo per cui non ha risentito Dexter è perchè si è perso nella tempesta.

TV Line: Osservazioni sull’attenzione rivolta a Debra prima che morisse?
Colleton
: Lei era sedata e stava avendo strani pensieri. Come far visita al fratello in Argentina a causa delle montagne lì presenti.

TV Line: Vi erano alcune scene tra i fratelli Morgan – delle passate stagioni – da utilizzare al posto dei flashback? Colleton: No. Volevamo puntare tutto sulla nascita di Harrison, e le responsabilità di essere un fratello ed un padre, che portano alla sua decisione di uccidere Deb. Dexter è un essere umano consapevole delle sue azioni, delle conseguenze e di quanto sia alto il prezzo da pagare. Ma amava abbastanza sua sorella da sapere di non poter lasciarsela alle spalle.

TV Line: Adesso sappiamo che un eventuale spin-off incentrato su Debra o sull’U.S. Marshall di Kenny Johnson non è possibile, ma esisteva un dibattito su uno di questi personaggi?
Colleton
: E’ stato divertente più di ogni altra cosa. Chiederci da dove venissero queste idee, tra di noi ne abbiamo riso. Volevamo solo completare la serie, otto stagioni sono un tempo lungo.

TV Line: C’è qualcosa nel finale di cui ti senti più orgogliosa?
Colleton:
Ho amato Dexter e sapevo che prima delle fine doveva staccare la spina alla vita della sorella, il suo sentimento era talmente umano, sentiva il dolore in maniera molto acuta. Si tratta di un pezzo ben scritto che racchiude tutta la serie… Per me è stato un momento molto potente in cui ho realizzato che tutto nella vita ha un costo ed a che cosa lui stesse rinunciando.

“Dexter” termina con ascolti record

Nonostante la grossa concorrenza degli Emmy, “Dexter” ha concluso la sua corsa dopo otto anni con dei massimi storici di ben 2.800.000 telespettatori totali per la prima messa in onda del series finale.

Rispetto agli scorsi anni, la serie televisiva è stata seguita da un pubblico più vasto per uno spettacolo Showtime ed un incremento del 13 per cento rispetto alla sua premiere di stagione di pochi mesi fa.

Detto questo a seguire la fine del serial killer più famoso del piccolo schermo, “Ray Donovan” per il finale della prima stagione ha mantenuto bene degli alti con 2,1 milioni, si posiziona tra i più seguiti per la rete via cavo, escluso “Homeland”.  [TV Line]

Recap FINALE Dexter: Lo possiamo definire un ‘happy ending’?

Ricordate i mostri?” questo il titolo dell’ultimo episodio della serie “Dexter”, ancora una volta il filo interdentale, l’arancia rossa ed i lacci delle scarpe hanno fatto da contorno alla sigla più epica delle televisione.

Partiamo passo dopo passo dagli eventi del finale e attenzione agli SPOILER:

TUTTI A BORDO
Dexter e Harrison sono all’aeroporto per incontrare Hannah, ma c’è un problema: Elway è nella zona d’imbarco e non esiste modo che riescano a salire sull’aereo senza essere visti, così Dex costruisce una finta bomba con degli oggetti improvvisati e accusa Elway di essere lui la minaccia, egli viene portato via dalla sicurezza ma l’area d’imbarco resta chiusa.

Tutti e tre escono dal terminale e Dexter riceve la telefonata di Matthews: Oliver Saxon ha sparato a Deb e lei non sta affatto bene. A questo punto, Morgan decide di mandare via da Miami Hannah con Harrison da soli.

RIMPIANTI
Debra nell’ambulanza prova molto dolore e confessa a Quinn di meritarsi tutto ciò, ma il detective le accarezza i capelli dicendo che va tutto bene. Nel frattempo vediamo dei flashback risalenti alla nascita di Harrison, quando Deb era felice per il fratello e la sua paternità. Una volta risvegliata Debra assolve il fratello dal senso di colpa e gli dice di essere felice. Tra i corridoi dell’ospedale arriva anche Elway ma Dexter lo allontata violentemente.

SAXON FUORI DAI GIOCHI
Saxon riesce a farsi ricucire da un veterinario che poi ferisce per creare un diversivo all’entrata dell’ospedale, piano studiato per intrufolarsi senza essere osservato nella struttura. Dexter capisce tutto, lo insegue ma prima che il Passeggero Oscuro possa entratre in azione arriva Batista ad arrestare Oliver, assieme ad altri agenti che portano via l’uomo.

I problemi sembrano finiti ma non lo sono, Deb non è nella sua stanza e Quinn sta piangendo, la donna ha avuto un ictus, la dottoressa rivela una terribile diagnosi ovvero: per il resto della sua vita Deb non sarà in grado di pensare, ragionare o semplicemente sapere che una persona è lì presente.

Con il pretesto di fare un test per i residui di sparo, Dexter raggiunge Saxon in prigione e confessa al killer di essere lì per ucciderlo. Nonostante sia Saxon ad attaccare prima Dex ad una spalla, Morgan riesce a conficcargli una penna nel collo ed ucciderlo. Preme il pulsante di panico e arrivano le guardi. “Ha cercato di uccidermi” dice Dexter. Batista e Quinn riguardano il video dell’aggressione e il secondo non appare per niente combattuto rispetto al primo.

ADDIO… DEB
In ospedale Dexter si scusa con Debra, lotta con le sue forti emozioni e afferma che la vita della sorela sarebbe stata molto meglio senza di lui. In un attimo spegne la ventola, le dice di amarla e lei muore. Intanto una forte tempesta è in arrivo ed il personale medico è indaffarato a spostare i pazienti, così Dexter riesce senza problemi a scappare col cadavere della sorella e portarlo fino alla sua barca e parte verso il mare.
(Incredibile ma vero, nessuno si accorge di lui).

DEXTER MUORE? O NO?
Dopo aver eluso per la seconda volta Elway, Hanna arriva in Sud America sana e salva con il piccolo Harrison. Durante la navigazione, Dexter la chiama per dire a lei ed al figlio per l’ultima volta che gli vuole bene e poi getta il telefono. Tuoni e fulmini lo circondano, accarezza il viso di Debra e getta il corpo in mare.

La voce narrante di Michael C. Hall spiega che lui distrugge tutto cià che ama e non può permettere che accada anche a Harrison e Hannah. Poi va incontro al ciclone. La mattina seguente vengono rinvenuti i pezzi della sua barca (Slice of Life) e presumibilmente tutti danno Dexter per morto – questa almeno la storia che legge Hanna online prima di rendersi conti di essere ora la mamma di Harrison.

Finisce così? No! Qualche istante dopo ci spostiamo ad un luogo dove si lavora il legname e l’attenzione si sposta su un uomo barbuto e dall’aspetto trasandato, indovinate chi è? Dexter! La telecamera lo segue fino alla sua misera casa, si siede e… la Miami Metro ha capito essere lui il Macellaio di Bay Harbor? Oppure cosa è (veramente) accaduto a LaGuerta?
Beh, non lo sapremo mai poichè l’ultima scena è lo sguardo di Dexter Morgan seguito dallo schermo nero.  [Recap di TV Line]

Una star di “Dexter” ha trovato un nuovo ruolo nella comedy FX “George Lopez”

David Zayas meglio conosciuto per aver interpretato Angel del dramma Showtime “Dexter” si è unito al cast della commedia FX di George Lopez, “Saint George”.

Le vicende seguono la caotica vita di un operaio messicano-americano, divorziato di recente che diventa un imprenditore di successo. Lopez sarà un uomo alle prese col gestire la sua esigente ex moglie, il suo figlio di 11 anni e la prepotente madre che si è appena trasferita e uno zio filantropo che insegna storia una volta a settimana presso la scuola serale.

Zayar sarà Junior, il figlio di Tio (Denny Trejo) e cugino di George. Egli è un pò eccentrico e fuori dal comune. Entrambi si ammirano a vicenda e talvolta Junior srutta il successo del parente per fare soldi – a volte in maniera legale.

“Saint George” è co-creata da Lopez, Matt Williams e David McFadzen. Il trio ha anche scritto il pilota. La produzione inizierà questo mese.  [The Hollywood Reporter]