“Supergirl 3” post finale: scoop sull’uscita di Winn, il destino di Reign, la ‘nuova’ Kara e non solo

La terza stagione di Supergirl si è conclusa con un finale esplosivo e lo scontro tanto atteso tra Reign e la Ragazza d’Acciaio che ha preparato il terreno per una molto diversa quarta stagione questo autunno.

Ricapitolando brevemente, [attenzione agli SPOILER] Supergirl ha avuto la meglio su Reign (e salvato Sam!) con l’aiuto dell’anello della Legione; Brainy ha rivelato che uno dei suoi “lontani parenti” è sopravvissuto alla Piaga e reso il futuro inabitabile per tutte le altre intelligenze artificiali (ragione per cui egli resterà in giro il prossimo anno); Winn ha accettato di prendere il posto di Brainy nella Legione e viaggiare nel futuro; Mon-El ha deciso di tornare nel futuro con lui; Alex è stata promossa a Direttrice del DEO da J’onn, il quale vivrà tra la gente andando avanti; James ha rivelato al mondo di essere lui Guardiano e Lena ha proceduto verso la “seconda fase” del suo misterioso esperimento sulla roccia kryptoniana.

Arriviamo così alla scena finale che ha introdotto una seconda Kara –nata dall’aura che ha lasciato il corpo di Supergirl durante la battaglia con Reign – in Siberia.

I fan dei fumetti potrebbero aver riconosciuto che la storia che vogliamo raccontare si ispira a Red Son dai DC Comics, esso narra una storia alternativa sulle origini di Superman” spiega il produttore esecutivo Robert Rovner a TVLine. “Cosa succedeva se – da bambino – Superman fosse finito in Russia e diventato un eroe lì anziché in America. È un omaggio a ciò” aggiunge l’altra EP Jessica Queller.

Qui di seguito trovate altre dettagli su cosa possiamo aspettarci nella quarta stagione compreso se ci sarà un futuro per Sam e Ruby e cosa significa davvero il ritorno di Mon-El nel futuro. Continua a leggere

Annunci

“The Fosters” post finale: anticipazioni sui piani per lo spin-off, “Brallie” e non solo

The Fosters ha concluso la sua quinta e ultima stagione in un luogo particolarmente appropriato: casa.

Il finale di serie evento in tre parti del dramma Freeform [contiene SPOILER] è terminato con tutti i membri della famiglia che dicevano addio alla loro casa messa in vendita dalle mamme così che Lena potesse candidarsi per l’Assemblea dello Stato in un altro distretto.

Per quanto riguarda i ragazzi: Brandon e Eliza si sono sposati dopo che lui si è opposto ai genitori di lei; Callie – che ha accettato il praticantato a Los Angeles per esser più vicina a Jude – e Brandon sono giunti alla conclusione che hanno fatto la scelta giusta nel scegliere la famiglia anziché il loro amore; Mariana non si è riconciliata con Mat (dopo averlo visto baciare una delle damigelle) e ha invitato Jesus a seguirla nel suo viaggio in Eurora; Jesus e Emma hanno deciso di aver bisogno di un po’ di tempo da soli prima di potersi sistemare e Jude ha confessato di sentirsi solo e perso alla UCLA.

Qui di seguito la produttrice esecutiva Joanna Johnson parla della fine di “Brallie”, del futuro di Lena e Stef il cui viaggio proseguirà nello spin-off incentrato su Mariana e Callie, Good Trouble.

Con un finale del genere, sia le mamme che i ragazzi si sono tutti diretti verso nuovi capitoli delle loro vite – nota l’EP – “volevamo dare al pubblico la sensazione che non si tratta della fine per loro. È solo l’inizio di molte avventure per questa famiglia. E se tutto va bene, ci piacerebbe realizzare un altro speciale per loro”. Continua a leggere

“iZombie 4” post finale: anticipazioni sulla fama crescente di Liv e i piani per l’ultima stagione

Nel finale della quarta di iZombie si è appurata una teoria popolare: uscire con una ragazza non-morta – in questo caso con Olivia Moorenon porta bene.

[Contiene SPOILER] Levon ha fatto la fine di tutti gli altri ex di Liv, ucciso con la ghigliottina da Chase Graves che ha poi subito la stessa sorte per mano di Liv. Nel frattempo, Clive e Dale si sono sposati e come regalo di nozze Liv ha dato alla sposa il cervello di Isobel/cura per gli zombie e mentre il governo ha interrotto le spedizioni di cervelli, il nuovo comandante di Fillmore Graves, Major ha graziato Blaine e Don E per i loro debiti a patto che espandano la loro operazione di contrabbando di cervelli per nutrire la popolazione di non morti di Seattle. Oh, Peyton e Ravi? Sono innamoratissimi.

Qui di seguito il produttore esecutivo del dramma CW, Rob Thomas parla del pericolo che si corre nell’essere il fidanzato di Liv, del potenziale conflitto di Major all’interno di Fillmore Graves e la stagione conclusiva che andrà in onda il prossimo anno ma non doveva essere l’ultima.

Levon | Essere il fidanzato di Liv è un po’ come “essere il batterista dei Spinal Tap. Sai che il tempo è contato in quella posizione” afferma Thomas. “Sì, ho alcune preoccupazioni in merito ma mi è piaciuta la storia che stavamo raccontando per lui. Certamente mi è piaciuto il suo personaggio ma non abbiamo contratti con quegli attori ogni anno; non sono membri fissi del cast e quindi a meno che non li promuoviamo c’è la possibilità che ottengano un altro ruolo e non siano più disponibili. Ritengo che sia meglio ucciderli piuttosto che si dileguino dalla serie”. Continua a leggere

“The Flash 4” post finale: anticipazioni sulla prossima minaccia, chi resterà nel team

Il velocista scarlatto ha avuto la meglio sul suo nemico DeVoe nel finale della quarta stagione di The Flash ma una minaccia ancora più grande è giunta accompagnata dall’identità della Ragazza Misteriosa.

[Contiene SPOILER] Come molti fan avevano già ipotizzato, il personaggio interpretato da Jessica Parker Kennedy è nientemeno che la figlia di Barry e Iris dal futuro: Nora West-Allen.

Il team è stato in grado di contrastare Clifford DeVoe prima entrando nella sua coscienza stile Inception per fare appello alla sua umanità e poi quando Marlize ha rimosso la batteria della sua sedia. Dopo che Cecile ha partorito la bambina, la Ragazza Misteriosa ha fatto il suo ingresso e alcuni membri del team l’hanno riconosciuta dalle sue varie apparizioni nel corso dell’anno. Purtroppo però, oltre alla sua identità Nora ha detto di aver commesso un errore enorme.

Di cosa si tratta? Beh, potrebbe avere a che fare con chi sarà il cattivo della quinta stagione. Sfortunatamente una scena che avrebbe fornito un qualche indizio sull’entità della prossima minaccia è stata tagliata dall’episodio per mancanza di tempo. Qui di seguito il produttore esecutivo Todd Helbing ci anticipa qualche dettaglio… Continua a leggere

“Blindspot 3” post finale: anticipazioni su come e perché il team sarà nei guai la prossima stagione

Ancora una volta Blindspot ha cambiato tutte le carte in gioco.

Il finale della terza stagione del dramma NBC [contiene SPOILER] ha mostrato Jane come la potenziale cattiva in vista della prossima stagione e non solo lei sembra diretta verso il lato oscuro…

Ricapitolando: i sintomi di Jane non erano dovuti a una gravidanza ma bensì alla ZIP, la droga che altera la memoria che Sandstorm le ha somministrato prima di chiuderla in quel borsone all’inizio della serie. Anche Roman ne era affetto e cercava di trovare la cura.

Jane si è poi svegliata in un ospedale confusa dai tatuaggi e dalla fede nuziale… con un bel vuoto di memoria e convinta di essere Remi. Pochi istanti dopo scopriamo che Weller è ricoverato in condizioni critiche; Jane si siede accanto a lui e ricorda un momento in cui parlava con Shepherdrisalente ad alcuni anni fa – dove tramavano di distruggere la squadra dell’FBI.

Secondo il creatore della serie, Martin Gero, la perdita di memoria di Jane sarà il pezzo forte della quarta stagione e cambierà drasticamente la natura dello show. Infatti, “questa non è Jane” chiarisce Gero. “Jane ha perso i ricordi degli ultimi tre anni della sua vita. Lei si è svegliata come Remi, il suo alter ego malvagio… e Remi odia l’FBI. L’ha sempre odiata e sempre l’odierà”. Continua a leggere

“Agents Of S.H.I.E.L.D. 5” post finale: gli EP parlano degli emozionanti colpi di scena

Salvare il loro leader o salvare il mondo
Questo il dilemma che i Marvel’s Agents Of S.H.I.E.L.D. hanno affrontato nel finale della quinta stagione. Alla fine sono riusciti a impedire la catastrofe e mantenere la squadra intatta?

[Contiene SPOILER] Purtroppo no. Ricapitolando brevemente, Quake è riuscita ad avere la meglio nello scontro con Talbolt ed a spedirlo in orbita nello spazio. Mack, May e Fitz sono corsi in soccorso di Polly e Robin ma quando la lotta tra Daisy e Talbot ha raggiunto il suo picco massimo della macerie sono cadute sopra Fitz e lui non è sopravvissuto.

In seguito, la squadra si è riunita per una qualche “celebrazione” che in realtà era il saluto a Coulson; a Phil restano al massimo alcune settimane di vita ed egli lascia la Zephyr per raggiungere la spiaggia di Tahiti in compagnia di May. Tenendosi per mano e sorridendo, i due guardano Daisy, Mack, Elena, Jemma, Piper e Davis diretti verso la loro prossima avventura, la prossima avventura dello S.H.I.E.L.D.

Qui di seguito i produttori esecutivi Jed Whedon, Maurissa Tancharoen e Jeff Bell rispondono ad alcune domande sul finale (queste dichiarazioni risalgono a prima che la rete ABC annunciasse il rinnovo per la 6^ stagione che sarà composta da 13 episodi e debutterà nell’estate 2019). Continua a leggere

“Arrow 6” post-finale: Marc Guggenheim sull’uscita di Paul Blackthorne, il futuro di Oliver

Nel finale della sesta stagione di Arrow, i nostri eroi sono riusciti a conquistarsi una decente vittoria alla fine ma essa ha avuto un prezzo decisamente alto.

[Contiene SPOILER] Il Team Arrow con “l’aiuto” di Anatoly è riuscito a sconfiggere l’esercito di scagnozzi che aveva sequestrato Star City e ad assicurare la lista di ufficiali corrotti. Al contempo però, Quentin Lance è morto da eroe (prendendosi un proiettile diretto alla doppelganger di sua figlia Laurel) e Oliver senza dire niente a nessuno ha stretto un accordo con l’FBI: in cambio dell’immunità per tutti i membri della sua squadra lui ha ammesso pubblicamente di essere il famigerato vigilante e ha accettato di scontare l’ergastolo in carcere.

Ricardo Diaz tuttavia è riuscito a sopravvivere e potrebbe tornare come una nuova minaccia nella settima stagione: lo showrunner uscente Marc Guggenheim ha rivelato che la menzione dei Longbow Hunters, una gang criminale guidata dalla controparte di Diaz nei fumetti DC, era “piantare una bandiera” per importanti sviluppi nella prossima stagione.

Qui di seguito Guggenheim ha commentato gli eventi più importanti del finale e anticipato un po’ cosa accadrà la prossima stagione che però sarà sotto la guida della nuova showrunner Beth Schwartz. Continua a leggere

“The Blacklist 5” post finale: l’EP anticipa cosa aspettarsi dopo la rivelazione circa le ossa

Raymond Reddington è davvero…?! (No, sul serio!)

La quinta stagione di The Blacklist è terminata con un colpo di scena sconvolgente: [contiene SPOILER] il concierge del crimine che abbiamo seguito nel corso degli ultimi cinque anni si è solo fatto passare per Red.

Quello vero è defunto, morto da anni – e Liz adesso conosce la verità. Se James Spader non è Red, chi caspiterina interpreta?

Il produttore esecutivo Jon Bokenkamp ai microfoni di Entertainment Weekly rivela che tutto questo era programmato sin dall’inizio della serie o meglio “è parte della mitologia sottostante che lentamente stiamo svelando, siamo su un percorso molto specifico” e sì, James Spader lo ha sempre saputo, “ma la cosa che desidero sottolineare è che non cambia sintonizzarsi per guardare Spader nei panni di Reddington. Lui ha vissuto abbastanza a lungo come Raymond per essere questa persona, giusto? Lui ha raccontato grandi storie, avuto grandi esperienze, è divenuto un criminale di livello mondiale e probabilmente è diventato una persona molto più interessante di quanto il vero Reddington abbia mai sognato di diventare”. Continua a leggere

“Riverdale 2” post finale: scoop sul dilemma di Archie, il futuro di Bughead, Black Hood e non solo

Comincia dalle buone notizie: Archie è stato eletto presidente del corpo studentesco nel finale della seconda stagione di Riverdale
La cattiva notizia è che potrebbe scontare il suo mandato in una cella della prigione.

L’episodio ha servito colpi di scena come Pop Tate serve hamburger e milk-shake: Hermione è il nuovo Sindaco! F.P. ha affidato il controllo dei Serpents a Jughead! Veronica ha comprato Pop’s! Ma la svolta più interessante è arrivata nella scena finale quando Archie stava per celebrare la sua vittoria alle elezioni scolastiche ed è invece stato arrestato dallo Sceriffo Minetta per l’omicidio di Cassidy (il cittadino ucciso da Andre durante la brave vacanza dei ragazzi alla baita in montagna) – in pratica Hiram lo ha incastrato perché ha osato tenergli testa.

Con il golden boy di Riverdale in manette, lo showrunner Roberto Aguirre-Sacasa ha rivelato cosa c’è in serbo per la terza stagione. Ecco cosa ha detto l’EP sulla proposta di Jughead a Betty (beh, non quel genere di proposta), come Cheryl troverà “un po’ di felicità” la prossima stagione, cosa accadrà dopo quel bacio tra Kevin e Moose… e se il regno di terrore di Cappuccio Nero è davvero finito stavolta. Continua a leggere

“Shadowhunters 3A” post finale: gli EP spiegano la “morte” di [spoiler] e anticipano cosa aspettarsi nella 3B

Il finale di metà stagione di Shadowhunters ha riservato tanti colpi di scena per i fan della serie, ma prima di capire cosa accadrà dopo ricapitoliamo…

[Contiene SPOILER] Clary ha evitato la sua esecuzione accettando di far resuscitare Valentine ma le cose sono andate fuori controllo e lei ha ucciso suo padre… di nuovo. La famiglia di Simon ha appreso la verità sulla sua natura di Vampiro (e lui ha fatto credere a sua madre di essere morto) mentre al quartier generale di Lilith, Clary e Simon si sono uniti per impedire che Jonathan tornasse in vita (ma non ci sono riusciti) e il tutto si è concluso con un’esplosione che non ha lasciato tracce di Lilith, Clary o suo fratello. Jace – che adesso è libero dal legame con Lilith grazie a Magnus che ha negoziato la sua magia con suo padre – è arrivato sulla scena giusto in tempo perché Simon (il quale crede essere stato il suo marchio ad aver causato tutto) gli dice di aver ucciso Clary.

Prima di iniziare a temere per il destino della Shadowhunter, il produttore esecutivo Todd Slavkin conferma che Kat McNamara torna nella serie. Senza anticipare troppo, il fatto che la mano di Jonathan l’ha afferrata da quella bara significa qualcosa andando avanti. Lei non era da sola quando la stanze è esplosa. E Lilith ha fatto così tanto per riportare Jonathan; il braccio dimostra che ha funzionato – e che lui è vivo”.

Per quanto riguarda i destini di Lilith e Jonathan, Slavkin ricorda che “non puoi mai uccidere un demone superiore, puoi solo esiliarli a Edom, quindi Lilith non è morta. Infatti, la rivedrete di nuovo. Ma la poverina è bloccata a Edom, e non è molto contenta di questa cosa”. Continua a leggere

“Lucifer 3” post-finale: Joe Henderson sulla grande rivelazione per Chloe, gli episodi bonus e non solo

Per il co-showrunner di Lucifer, Joe Henderson questi ultimi giorni sono stati “pazzeschi” a cominciare dalla cancellazione della serie da parte della rete Fox dopo tre stagioni da cui è subito partita la campagna #SaveLucifer. “Passi dalla depressione all’eccitazione… è successo molto!” condivide lui.

L’impegno dei fan di trovare a Lucifer un’altra casa è stato sia “umiliante” che “commovente” per Henderson. “I nostri fan si sono fatti avanti in un modo che mi ha sbalordito e commosso”.

E a proposito di restare sbalorditi…

Il finale della terza stagione ha sicuramente lasciato Chloe senza parole quando [contiene SPOILER] Lucifer dopo aver pugnalato Pierce al cuore e preso dalla furia omicida ha finalmente riottenuto la sua faccia da Diavolo… proprio nel momento in cui la detective arrivava alle sue spalle e ha potuto vedere per la prima volta il vero volto del suo partner.

Cosa succederà dopo? Bene, c’è la triste possibilità che non lo scopriremo mai a meno che qualcuno non fi faccia avanti e #PickUpLucifer. Fino a quel momento, ecco cosa ha detto Henderson circa lo sguardo di Chloe, l’andare d’accordo di Maze e Linda, gli episodi “bonus” girati e non solo. Continua a leggere

“The 100 5”: Jason Rothenberg sulla morte di [spoiler] nel secondo episodio

Il secondo episodio della quinta stagione di The 100 ha reclamato la prima importante vittima di quest’anno.

[Contiene SPOILER] La puntata ha mostrato come Octavia è salita al potere all’interno del bunker nel corso dei sei anni del salto temporale, Jaha è rimasto coinvolto nel bel mezzo della lotta per il calo delle risorse; ferito ha aiutato Octavia e nei suoi ultimi istanti l’ha consigliata su come unire i clan in guerra a Wonkru. Dopo tutto lui sapeva che gli restava poco tempo. Jaha si è scusato con lei e l’ha sfidata a pensare a se stessa non solo come una guerriera ma una comandante.

Si è tratto di un decesso tranquillo per un personaggio che è stato nella serie sin dall’inizio ed è uscito di scena impartendo una lezione per la prossima generazione di comandante capo: i leader devono esser pronti a rinunciare ai pochi per il bene di molti. Lo showrunner Jason Rothenberg ha parlato con Entertainment Weekly della morte di Jaha e di cosa significherà per il futuro. Continua a leggere

“Good Girls” post finale: Jenna Bans sul cliffhanger e i piani per la (potenziale) 2^ stagione

Quando si dice creare un momento di suspense… Il finale della prima stagione di Good Girls ha sicuramente colto nel segno sotto questo profilo.

[Contiene SPOILER] Dopo che Beth, Annie e Ruby sono tornate sulla scena del loro primo crimine per derubare – di nuovo! – il supermercato con l’intento di mettere Rio dietro le sbarre, beh, le cose hanno iniziato a precipitare.

Anzitutto Stan ha scoperto la verità circa cosa sua moglie ha fatto per la famiglia. E poi arriviamo a quel cliffhanger in cui Rio si è presentato a casa di Beth picchiando a sangue Dean e lasciando scivolare una pistola sul tavolo per vedere se Beth ha davvero quello che serve. La stagione si è conclusa con il primo piano di Beth che impugna l’arma. Ma premerà davvero il grilletto?

Entertainment Weekly ha intervistato la showrunner del dramma Jenna Bans per parlare del finale e di cosa possiamo aspettarci nella potenziale seconda stagione (la rete NBC deciderà se rinnovare o no Good Girls nei prossimi giorni).

Beth | Quella scena finale “sembrava così perfetta per la crescita di Beth come personaggio questa stagione. Rio le ha sempre chiesto: sei veramente questa persona o è solo una sceneggiata che non capisci? Quindi in quel momento passa dalle chiacchiere ai fatti. […] Alla fine c’è l’ultima partita a scacchi e siamo rimasti con la domanda del se Beth ha la stoffa di sparare a qualcuno a bruciapelo. È un’assassina o una persona normale piombata in circostanze folli? Siamo entusiasti di questo cliffhanger e siamo molto fiduciosi che otterremo una seconda stagione così da poter raccontare cosa succederà”. Continua a leggere

“Lucifer 3”: anticipazioni su cosa farà il Diavolo dopo il fidanzamento di [spoiler]

Molti spettatori di Lucifer si sono sentiti piantati in asso come il Diavolo stesso visto ciò a cui assistito nei momenti conclusivi dello scorso episodio della terza stagione.

Ispirato dal romanticismo al centro del caso della settimana e dall’incoraggiamento della dott.ssa Linda (“cosa desideri tu davvero?”), Lucifer “corre, in un modo da vera commedia romantica a casa di Chloe e incappa una terribile sorpresa” ricapitola la co-showrunner Ildy Modrovich. “Lui vede Pierce in ginocchio con un anello e Chloe che dice sì”.

In altre parole… “Lucifer ha perso l’attimo” afferma l’altro co-showrunner Joe Henderson. “Lui finalmente arriva a questa conclusione; deve confessare a Chloe come si sente, ma arriva tardi. E quindi il prossimo episodio comincia con lui che cerca di capire qual è il suo prossimo passo, e tutti tipo gli chiedono ‘perché non le dici cosa provi?’”.

Purtroppo, come ha fatto un pasticcio con la cena a lume di candela, Lucifer “nel tipico stile Luciferiano” elaborerà le sue emozioniin un modo magnificamente malsano” aggiunge Henderson. “Lui cerca di capire cosa sta cercando Chloe che lui non può fornirle e fa una sorta di esame di coscienza cercando di capire dove ha sbagliato continua Modrovich. Continua a leggere

“Jane The Virgin 4” post finale: anticipazioni su come cambierà la (potenziale) ultima stagione

La quarta stagione di Jane The Virgin si è conclusa con una svolta drammatica degna proprio di una telenovela.

[Contiene SPOILER] Al termine dell’episodio, Rafael ha confessato a Jane di averle mentito sul fatto che Sin Rostro gli avesse fornito delle informazioni sui suoi genitori biologici, proprio prima dei titoli di coda, Raf ha fatto entrare Jane nel suo appartamento e lei lì vi ha trovato… Michael!

Altrove JR ha capito che Petra ha in realtà ucciso Anezka (anche se si trattava di autodifesa) e l’ha lasciata. In seguito, una misteriosa persona ha puntato una pistola contro la bionda ma JR è arrivata in tempo e ha sparato lei all’assalitore.

Qui di seguito la showrunner del dramma CW, Jennie Urman spiega la resurrezione a sorpresa di Michael, anticipa il futuro di Petra e JR e soppesa se in effetti la quinta stagione sarà anche l’ultima.

Probabilmente cominceremo la prossima stagione con una sorta di svenimento” da parte di Jane – dice Urman sulla possibile reazione della protagonista al trovarsi davanti il marito (presunto) morto da anni. La decisione di far tornare Michael “è sempre stata una possibilità che è poi diventata più chiara un po’ di tempo fa, ne ho parlato con Brett [Dier] all’incirca un anno fa. Ha veramente avuto a che fare con il profilarsi e la configurazione dall’inizio alla fine e con quali cliché delle telenovele ci erano rimasti. Ne abbiamo lasciati un paio, uno dei quali era il ritorno dalla morte e poi ce n’è un altro”. Continua a leggere

“Scandal 7”: Shonda Rhimes su cosa aspettarsi nel gran finale

Manca poco più di un giorno al gran finale di Scandal e la creatrice del dramma politico Shonda Rhimes ha ammesso che proprio l’ultimo episodio della serie non è quello che aveva immaginato un tempo e a cui aveva accennato nel 2013.

Esso è “completamente cambiato” in gran parte a causa dell’influenza che le elezioni presidenziali del 2016 hanno avuto sulla direzione della settima stagione.

Credo che abbiamo realizzato quello che praticamente avevo in mente per tutta la settima stagione nel finale della scorsa stagione di Scandal” ha detto Rhimes. “Quindi no, è molto diverso”.

Tematicamente, la produttrice ha spiegato che il finale non riguarda questi personaggi che pagano per i loro peccati ma piuttosto è circa “vedere cosa succede una volta che la scelta è stata fatta”. Continua a leggere

“The Walking Dead 8” post finale: Scott Gimple sul futuro della serie

C’è stata una guerra. Abbiamo vinto”… Questa frase di Morgan riassume il finale dell’ottava stagione di The Walking Dead che ha portato a termine la lunga faida tra Rick e Negan e neutralizzato i Salvatori che adesso non sono più i nemici del gruppo di Alexandria.

Ma dov’è diretta adesso la serie?

Anzitutto, due sono le questioni più importanti da risolvere: per prima cosa Scott M. Gimple non sarà più lo showrunner di TWD ma il capo dei contenuti del franchising sugli zombie – che include ovviamente lo spin-off Fear The Walking Dead – e il suo posto sarà preso da Angela King. Secondo punto, una dei protagonisti potrebbe non esserci: Lauren Cohan è infatti nel bel mezzo di alcune trattative contrattuali con la rete AMC e nel frattempo ha ottenuto un ruolo nel pilot di ABC, Whiskey Cavalier.

Questo punto interrogativo circa il futuro dell’attrice nella serie arriva proprio mentre il suo personaggio, Maggie Rhee (con il sostegno di Daryl e Jesus) sembra intenzionata a vendicarsi di Negan, che è adesso prigioniero a Alexandria. Continua a leggere

“The Blacklist 5”: scoop su Jennifer, l’altra [spoiler] di Reddington

Nel corso dello scorso episodio di The Blacklist un importante segreto è venuto a galla – e come sempre in questi casi, esso andrà a complicare le cose come la serie si avvicina a una conclusione circa il personaggio di Ian Garvey.

[Contiene SPOILER] Decisa a prendere Garvey da sola, Liz Keen lo ha seguito fino a Baltimora solo per vederlo prendersi una birra in un bar e salutare una misteriosa donna di nome Lillian.

Perché lei è così importante per lui? Secondo Lilly, Ian la sta proteggendo dal suo vero padre… Raymond Reddington. Sì, lei è la figlia da lungo tempo perduta di Red, Jennifer Reddington!

Gli spettatori forse ricorderanno che nella seconda stagione avevamo introdotto un personaggio il cui nome era Jennifer Reddington e lei era scomparsa. Reddington la stava cercando. La mamma della donna, Naomi Hyland, interpretata da Mary-Louise Parker, la stava proteggendo e non voleva aver niente a che fare con Reddington. Reddington non riusciva né a contattare né a trovare [Jennifer]. C’è quindi un personaggio là fuori che sappiamo essere la figlia di Reddington e questa donna, sembra che il suo piede corrisponda alla scarpetta” spiega il produttore esecutivo Jon Bokenkamp. Continua a leggere

“The Originals 5”: anticipazioni sulle vite dei Mikealson dopo il salto temporale

La quinta stagione di The Originals comincerà a distanza di otto anni da quando i fratelli Mikealson si sono separati e lotteranno tutt’ora con la direttiva di restare lontani per timore di resuscitare il Vuoto.

Tuttavia‚ gli Antichi non sono rimasti da soli… Rebekah e Marcel hanno fatto la bella vita a New York eludendo la solitudine con il loro amore senza tempo. Claire Holt però rivela che una “distanza” è cresciuta tra di loro ed essa potrebbe causare alcuni conflitti nella loro relazione. Oppure potrebbe essere solo un altro ostacolo data la loro natura di vampiri. “Si può dire che molto è cambiato‚ è trascorso tanto tempo‚ ma questi personaggi sono in vita da migliaia di anni quindi è quasi come un batter d’occhio”.

La relazione di Freya e Keelin d’altra parte è più forte che mai. Riley Voekel anticipa che all’inizio della stagione l’ostacolo principale che loro dovranno affrontare come coppia è in realtà più esterno che interno e riguarda proprio l’infinita devozione di Freya verso i suoi fratelli.

Keelin vuole sicuramente esser messa al primo posto ed è davvero molto difficile per Freya” afferma l’attrice. “Ma credo che vedrete un po’ di quella transizione, quando lei comincia a considerare qualcosa come: questa è la cosa migliore‚ la mia famiglia comprenderà e ciò non ci separerà“. Continua a leggere

“Arrow 6”: Marc Guggenheim spiega l’uscita di scena di [spoiler]

L’addio che alcuni fan di Arrow si aspettavano da tempo è arrivato nell’ultimo episodio della sesta stagione del dramma CW.

[Contiene SPOILER] Quando una nuova minaccia è arrivata a Star Cityˏ qualcuno ha trovato una nuova missione da compiere e di conseguenza ha lasciato la città… Thea ha deciso essere sua responsabilità trovare e distruggere le tre Fosse di Lazzaro precedentemente scoperte dal padre Malcolm mentre il suo amore di lunga data recentemente tornato a Star Cityˏ Roy Harper si è offerto volontario di seguirla.

Il co-showrunner della serieˏ Marc Guggenheim ha parlato dell’addio di Willa Holland spiegando che il piano di far uscire di scena Thea è stato avviato “alla fine della quarta stagione” quando l’attrice “aveva espresso il desiderio di ridurre il suo impegno nella serie e questo è stato fatto in concomitanza con l’indicazione che probabilmente lei non avrebbe voluto rinnovare il suo contratto al termine della sesta stagione. Quindi sapevamo da un po’ di tempo che questo momento sarebbe arrivato. All’inizio di questa stagione abbiamo riesaminato ciò con Willa e lei ha detto che non aveva cambiato idea ed era ancora intenzione a voltare pagina”. Continua a leggere