Michael C. Hall sul finale di Dexter: “gli scrittori potrebbero essersi gasati”

Michael C. Hall ha rilasciato nuove dichiarazioni circa il contestato finale di “Dexter” e non sono certamente dei complimenti.

Il famoso drama Showtime si è concluso lo scorso anno giunto alla sua ottava stagione con la morte di Debra Morgan e l’esilio del fratello serial killer finito nel bel mezzo del nulla e creduto morto.

Se mi piaciuto? Non credo di averlo nemmeno guardato” ha confessato l’attore in un intervista al The Daily Beast sul finale dello show che lo ha reso celebre dopo “Six Feet Under”. Hall aggiunge anche: ho ritenuto essere narrativamente soddisfacente – ma non era poi così stuzzicante”.

Penso che lo spettacolo ha perso una certa quantità di torsioni dice.
Solo intrinsecamente a causa di tutto il tempo per cui abbiamo proseguito, del capitale di narrazione che abbiamo speso e perché gli scrittori magari si sono gasati. Forse una parte del pubblico voleva qualcosa di più soddisfacente, forse volevano un lieto fine per Dexter, sia un happy ending o un senso più definitivo di chiusura” afferma infine Hall.   [TV Line]

Michael C. Hall difende il finale controverso di “Dexter” e se ci fosse uno spin-off lo guarderebbe

Michael C. Hall ha iniziato nuovi progetti lavorativi nella sua vita, ma naturalmente, durante un’intervista a “Watch What Happens Live”, i fan sono tornati a chiedergli della serie che lo ha reso famoso: “Dexter”.

Hall afferma che il finale andato in onda lo scorso anno per lui era giusto. “Morgan ha ottenuto ciò che riteneva di meritarsi. Si è esiliato perché l’interazione con il mondo e le persone a cui teneva non hanno portato ad altro se non alla distruzione delle loro vite… Ha avuto quello si meritava ed io credo che il finale sia stato appropriato”.

Però alcuni fan non erano esattamente entusiasti: “credo che alcuni volessero qualcosa di diverso, di più definitivo, felice o soddisfacente o magari desideravano che morisse. Non lo so. Ma Dexter non è venuto fuori”.

Circa l’idea di uno spin-off, Hall commenta: “Per me è difficile immaginare come sarebbe. È un’idea che non mi è mai venuta in mete. Se qualcuno lo farà, lo guarderò. Ma è difficile da dire… Forse potrei fare delle apparizioni in una serie intitolata Masuka scherza l’attore riferendosi al collega di Morgan alla scientifica di Miami.   [Zap2IT]

Comic-Con 2013: Il panel di “Dexter”

Ieri notte a San Diego si è tenuto il panel della serie Showtime “Dexter” ed qua tutte le novità e le anticipazioni dal cast sull’ultima stagione

I presenti erano: Michael C. Hall, Jennifer Carpenter, Aimee Garcia, Desmond Harrington, Yvonne Strahovski, David Zayas (gli ex membri del cast) Julie Benz, Erik Re e Lauren Velez. Affiancati dai produttori esecutivi Sara Colleton, Scott Buck e Manny Coto raggiunti poi anche dall’ex showrunner Clyde Phillips.

La presenza di Trinity
John Lightow non era presente all’evento ma ha mandato un messaggio registrato per i fan,Ciao. Dexter Morgan… Fanl’attore ha scerzato che gli sarebbe piaciuto essere li, “Ma come sapete sono morto… Sieste stati dei spettatori straordinari, le le persone che ne hanno preso parte adesso sono dei grandi”.

La morte ti fa bella
La Velez su LaGuerta ha detto: “Voi avete fatto del vostro meglio per onorare il personaggio. La scrittura era talmente intensa, una splendida opera molto ben studiata che non vedevo l’ora di realizzare. Nell’episodio 8×06 ho fatto tutto il meglio che ho potuto consapevole che fosse l’ultimo, ma non era un lavoro difficile, anzi l’ho amato”. King da parte sua dice: “considerando il fatto che ero nello show da due anni, ci si sente parte di esso… Non ho mai pensato che [Doakes] fosse morto”.

La morte arriverà anche per lei?
Senza rivelare il destino di Deb, la Carpenter fa da eco alle sue precedenti dichiarazioni: “Volevo dire ciò che ho sempre detto: Volevo e voglio Debra morta” dice ridendo. Ma solo come attrice. Perché la amo. E’ un po’ la stessa cosa di come Dex tratta le sue vittime voglio vederla fino in fondo a questo abisso. Invece di chiedere a Scott Buck di scrivermi di nuovo una scena dove è felice”.

L’altra è tornata
La Strahovski ha detto: “Non sappiamo se sarà per vendetta” – prima di fermarsi e correggersi – “la sua motivazione potrebbe essere” ride. “Non ho ancora detto niente! Non sappiamo se si tratterà di vendetta oppure di amore”. [Episodio 8×06].

Spin-off
“Tra 25 anni ci sarà una nuova serie chiamata ‘Harrison'” scherza Michael C. Hall. “E Dexter sarà morto, lui tornerà proprio come ora fa suo padre e sarà a sua volta il papà interiorizzato”.

Il nudo dell’ultima arrivata
Nessuna spiegazione è poi tanto necessaria: “Sono molto onorata di arrivare ad esplorare vari.. lati di Jamie, anche il nudo” ha detto Aimee Garcia.

Pensando che sia finita
Sara Colleton
ha anche aggiunto: “Non credo che per nessuno di noi sia davvero finita. C’è una parte di angoscia che ancora non ha realizzato bene il tutto. Tra cinque e sei mesi riprenderemo a bussare alle porte chiedendo per quale motivo non stiano facendo nuovamente Dexter”.

Dex talvolta lascia trapelare un po’ di emozione
Quando si tratta della sorella Debra, alcune emozioni pur essendo un sociopatico sono trapekate da Dexter. “Noi abbiamo qualche sospetto circa la sua affermazione di essere al cento per cento un sociopatico” ha spiegato Hall. “Nel corso dello show, come abbiamo visto le cose che ha costruito, esiste anche un collegamento al di là della linea pragmatica, c’è un qualcosa di offuscato”.

L’ultima saluto
A chiusura del pannello, Hall offre un sostanzioso ringraziamento ai fan. “Proprio come tutti voi ho voi ho aspettato in fila e voi adesso siete qui per noi. Tutti noi siamo venuti qui per voi e solo per merito vostro. Vi vogliamo ringraziare davvero tanto”.  [TV LineTV Guide]

‘Dexter’: Che cosa prenderà Michael C. Hall dal set?

La serie Showtime sta svolgendo al suo termine e Michael C. Hall ha messo gli occhi su un paio di cose da portarsi a casa direttamente dal set di “Dexter”…

Mentre al “Jimmy Kimmel Live“, l’attore ha detto che la scrivania del suo personaggio non può essere portata via, lui non è troppo dispiaciuto prima di tutto perchè non è un tipo sentimentale e poi perchè una scrivania comunque non è una gran cosa.

Tuttavia, Micheal si terrà alcuni oggetti più piccoli. “Penso che terrò il suo ID ed anche il suo orologio” ha detto. “Ho sempre pensato che avrei continuato a possere entrambe le cose”. Non solo, l’attore avrebbe posato gli occhi anche su alcune ricreazioni di schizzi di sangue dal laboratorio del suo personaggio e vorrebbe metterli nel suo bagno per gli ospiti!

L’attore ha rivelato anche che alcune persono hanno timore ad averlo alle spalle tanto che preferiscono il confronto frontate con Hall, interprete per ben otto anni del serial killer per il piccolo schermo che gli è valso la candidatura agli Emmy.  [Huffington Post]

Intervista esclusiva a Michael C. Hall sull’ultima stagione di “Dexter”

Michael C. Hall ha rilasciato una lunga intervista molto dettagliata, ed eccone una parte in cui l’attore parla dell’ultimo anno dello show targato Showtime, che partirà in America, Domenica 30 Giugno.

Entertainment Weekly: Come è messo Dexter all’inizio dell’ottava stagione?
Michael C. Hall:
Beh, Debra ha scoperto [che lui è un serial killer]. Poi nel corso della settima stagione lo abbiamo visto gestire i cambiamento del loro rapporto e per arrivare a capire se è possibile vivere conoscendo quel certo tipo di informazioni. Con il colpo di scena alla fine dello scorso anno, tutte le scommesse sono saltate. Per la prima volta la persona che ha sempre venerato lo ha spinto verso una spirale

Entertainment Weekly: E’ sempre sembrato più come un assassino che copre le sue tracce.
Michael C. Hall
: Sono sempre pronto a sfidare l’effetto che il personaggio fa nei confronti del pubblico.

Entertainment Weekly: Ci sarà un interesse romantico in questa stagione?
Michael C. Hall:
Sì, ma la relazione primaria con una femmina sarà una figura materna.

Entertainment Weekly: La dott.ssa Vogel. Possiamo dire che Dexter “incontrerà la sua creatrice”?
Michael C. Hall:
Questa donna conosce meglio di chiunque altro il codice, lei incoraggerà Dexter a credere che la sua umanità e indulgenza siano sbagliate, crede essere veramente destinato a diventare uno psicopatico e tutto il resto per lei è fasullo. Un argomento ragionevole. Dexter non è molto abile circa l’essere umano, piuttosto un assassino efficace. Il suo appetito per l’umanità ha compromesso la sua realtà e perspicacia. Ma dentro di lui c’è sempre insidiato un senso di ribellione. Quindi, se gli viene detto che non può essere un certo qualcuno, lui sfida subito quella teoria diciamo mettendo però così molte persone in pericolo.

Entertainment Weekly:Come è stato dirigere?
Michael C. Hall
: Mi è piaciuto il fatto di dover essere decisivi. Altrimenti le altre persone non possono fare il loro lavoro. Sul set è necessaria una certa energia tanto per iniziare. Probabilmente mi sono goduto le scene in cui non era presente.

Entertainment Weekly: Hai portato un avvocato per discutere del finale dello show. M
ichael C. Hall:
Sì, per avere un dialogo con gli scrittori. Non volevo un qualche inchino ordinato, non necessariamente, ma trovare una qualche conclusione. Abbiamo basato la prima stagione sul libro [di Jeff Lindasy]. Poi, non ci siamo basati sui successivi libri, perché non volevamo una doppia versione della medesima cosa. C’era un desiderio di esplorare la linea sottile tra la sfocata umanità di Dexter e la sua emergente psicopatia. Quindi dobbiamo creare un gioco lì. Una volta che Deb ha scoperto il suo segreto, ci siamo sentiti diretti verso un luogo dove il mondo che conosciamo adesso debba finire.

Entertainment Weekly: Conosci il finale?
Michael C. Hall:
[Sorride] Ho un’idea circa grandi storie…

Entertainment Weekly: Ti piace? Puoi dircelo?
Michael C. Hall
: Sono contento, incuriosito per dove siamo diretti. La fine non un qualcosa di lanciato o per cui sono state fatte troppe pressioni. Io non aspiro a scrivere lo show. Io parlo solo dell’immagine che ho di come è Dexter e di cosa potrebbe succedere. Ci sono molte persone coinvolte nello spettacolo e varie opinioni per la conclusione. Io faccio parte di questo lungo viaggio.

Entertainment Weekly: Come ti senti adesso che lo show sta per finire?
Michael C. Hall:
Arrivati a questo punto provo una sensazione anticipatoria, non vedo l’ora di scoprire come sarà la mia vita senza “Dexter”. E’ stato un impegno per tutto l’anno, una preoccupazione costante, penso che sarà una bella sensazione ad ampio spettro. In aggiunta mi aspetto un po’ di malinconia, un po’ di sollievo, orgoglio e tristezza.

Dexter: Il racconto del finale vissuto dal vivo sul set dello show

Finalmente, la stanza delle uccisioni.

Per ben otto stagioni è stato onorato il codice non scritto ma comunque chiaro circa il set di “Dexter”, ovvero quando Michael C. Hall indossa il suo grembiule e tira su i teli di plastica (modlità Passeggero Oscuro, per intenderci), l’attore ha sempre voluto un minimo di privacy per svolgere le scene più letali del suo personaggio – come quando infilza un coltello da macellaio nel torace di una qualsiasi memorabile vittima.

Ma adesso anche il codice di Harry sta cominciando a perdere la sua efficacia… “Che ne pensi?” chiede Hall con una voce stranamente ottimista, invitando stranamente un giornalista per la prima volta sulla scena. Dietro di lui, un giovane attore, nudo ed avvolto nella plastica ascolta tranquillamente la musica con le auricolari all’orecchie. Mentre i coltelli di Dexter sono immobili e freddi come il ghiaccio appoggiati su di un vassoio. “Allora, è valso la pena aspettare?”

Beh, per saperlo con certezza bisogna prima vedere il finale della serie e prima di esso gli altri 11 episodi conclusivi dove capiremo che il Dipartimento di polizia di Miami riuscirà ad incastrare il nostro serial killer preferito oppure se riuscirà a farla franca ancora una volta, magari nascondendosi durante la notte in una località della Florida.. Non lo sappiamo, ma di certo Harry apprezzerebbe questa fantasia.

Hal offre un mezzo sorriso e poi torna al lavoro.Può Dexter sopravvivere?” dice lui mettendosi un guanto in lattice. “Beh, è sicuramente un sopravvissuto. Ma ci sono un sacco di crepe ancora nella realtà che ha creato per se stesso. Egli non può sopravvivere per sempre nel contesto in cui lo abbiamo sempre visto. Qualcosa deve accadere”.

Nel corso degli anni Morgan ha raggirato il suo capo, LaGuerta in tutti i modi possibili, ma alla fine chi si aspettava che ci tenesse, anche solo un pò? “L’amore e gli affetti per il mio personaggio sono stati surreali. Chi avrebbe mai immaginato che Dex alla fine sarebbe stato un po’ bambolino?”

“Credo che Dexter rappresenti il significato di essere umani, buoni , cattivi, assurdi e anche contraddittori” aggiunge la produttrice esecutiva Sara Colleton. Sempre sul personaggio commenta: “E’ un assassino, ma è anche divertente, un fratello migliore, un fidanzato, un lavorato e molto di più. Ho pensato, questa sì che è una serie televisiva”.

Tornando alle vicende sul set, sembra che un interruttore sia stato premuto. La faccia sorridente è totalmente andata. la sua pelle scintilla ed è fermo in piedi, coltello in mano, sopra la vittima terrorizzata sul tavolo che urla: “Non sono stato io!”.
“Dì ancora una bugia e ti ammazzo” sussurra Morgan.
Nessuno muove muscolo sul set.  [TV Guide]

Michael C. Hall: “Jennifer Carpenter mi ha stupito” in Dexter

Il fenomeno del piccolo schermo “Dexter”,non sarebbe dove è oggi senza…” Jennifer Carpenter, ad ammetterlo è la co-star nonché ex marito, Michael C. Hall.

Mentre il dramma con protagonista il serial killer si avvicina alla sua corsa finale, in partenza Domenica 30 Giugno, Hall si complimenta con l’attrice – che è in corsa per il Critics Choice Award 2013 – circa la sua “capacità di rendere Debra plausibile, far navigare il personaggio con tutti i fenomenali colpi di scena che ha vissuto”.

Infatti dopo il finale della settima stagione, Debra sta attraversando un periodo particolarmente difficile. “Jennifer è probabilmente ma miglior partner sul set che abbia mai avuto” dice l’attore. “Ne abbiamo passate davvero tante insieme con questi personaggi e ancora c’è molta strada da fare. Io non credo che Dexter adesso sarebbe lo stesso senza di lei. Voglio dire, Jennifer Carpenter mi ha stupito tutto il tempo”.

Hall ha anche diretto l’ex moglie e tutto il resto del cast per la prima volta, prendendo le redini del secondo episodio della nuova stagione. “Le due stagioni conclusive sono connesse, due facce della stessa medaglia. Ed il tutto è stato creato in seguito alla scoperta di Debra”.  [Zap2IT]

Nuovo Promo di Dexter 8: Masterprice

Ecco un ulteriore promo per l’ottava e ultima stagione di Dexter, intitolato “Capolavoro”…

In queto video vediamo Michael C. Hall mentre appende dei dipinti al muro con alcuni dei suoi mentori, vittime e persone a lui care mentre si chiede: “Come vuoi essere ricordato? Noi tutti lasciamo un segno. Un monumento per render il nostro marchio. Non ho mai smesso di considerare che cosa ho creato. Un domani chiameranno tutto questo ‘mostruosità’? Oppure ‘capolavoro’?”  [Zap2IT]