SPOILER su The Originals, iZombie, Blindspot, TWD, Grey’s Anatomy, Arrow, Quantico, Agents Of SHIELD e altri

Ecco qualche anticipazione circa la corsa contro il tempo che ci sarà all’interno del Framework in Agents Of S.H.I.E.L.D., come cambierà The Walking Dead nella prossima stagione, quando sapremo di più del nuovo nemico dei Mikealson in The Originals, quali sono le possibilità di rivedere Burgess entro la fine di questa stagione di Chicago P.D. e molto altro!

  • Arrow

Il 20° episodio intitolato “Underneath” (in onda oltreoceano il 3 Maggio) rivisiterà la rottura del fidanzamento di Oliver e Felicitye giunge a seguito degli eventi dell’episodio 5.19 [intitolato “Dangerous Liaisons” alias ‘Team Arrow vs. Team Felicity’] e francamente, tutti gli altri episodi che hanno portato a ciò. Nel 5.19 accade qualcosa che innesca questa conversazioneanticipa il co-showrunner Marc Guggenheim a TVLine.

  • The Originals

Dopo aver appreso che la misteriosa entità maligna che tormenta New Orleans si chiama Hollow, i fan presto potranno vedere anche il suo volto. “Nel momento in cui mostreremo la faccia del mostro improvvisamente la creatura è reale e non farà così tanta paura. Avevamo stabilito di creare qualcosa di davvero spaventoso e vi prometto questo: avrete le risposte” dice l’EP Michael Narducci con EW.

  • iZombie

Nel prossimo episodio “vedrete come Clive ha conosciuto Wally e Anna, e come è diventato così legato a loro” dice Malcolm Goodwin circa le ultime due vittime della serie. “Clive è stato una sorta di figura paterna per Wally, c’era il potenziale che quell’ambiente familiare e quelle relazioni diventassero una cosa permanente, ma qualcosa ha impedito ciò e saprete cos’era nello specifico”. Continua a leggere

“The Walking Dead 7”: Scott Gimple anticipa che ci saranno delle vittime nel finale

Considerato che la settima stagione di The Walking Dead è cominciata con la morte di due personaggi amati dal pubblico, i fan della serie sugli zombie sono in apprensione con l’avvicinarsi del finale.

Lo showrunner Scott Gimple anticipa che si tratta di una claustrofobia discesa nell’oscurità, questo finale di stagione è più ampio nel tono, nella location e nei personaggi”.

L’episodio in onda oltreoceano il 2 Aprile, “avrà oscurità e luce, momenti davvero orribili, tradimento e momenti reali di bellezza, riscatto, amore e amicizia. È una sorta di panoplia di umanità e esperienza di The Walking Dead”.

Tuttavia, anche se la settima stagione non finirà nello stesso modo brutale in cui si è conclusa la sesta, non significa che non ci saranno delle vittime soprattutto se consideriamo tutte le varie comunità introdotte recentemente. “Beh, vi saranno delle perdite” dice Gimple. “Come la posta in gioco diventa sempre più alta… le cose si fanno più intense e strazianti, eppure tutti devono tipo unire le forze e andare avanti”. [TVLine]

SPOILER su Nashville, Bates Motel, OUAT, Supergirl, The Flash, TWD, Supernatural, Riverdale, Bones, Arrow e Grimm

Ecco anche questa settimana le ultime di Michael Ausiello…

  • Nashville

Il co-showrunner Marshall Herskovitz non ha commentato circa l’ipotesi che venga introdotta un’altra co-protagonista da affiancare a Deacon o di rendere Juliette protagonista della serie. Egli sulla politica “zero anticipazioni” sua e del collega Ed Zwick spiega: “riteniamo che l’esperienza di guardare una serie TV sia alterata quando sai cosa sta per succedere. La cosa più importante per noi è l’esperienza del pubblico della serie stessa”.

  • Bates Motel

Dopo il piccolo assaggio nell’episodio di questa settimana, l’EP Kerry Ehrin promette una “quantità considerevole” di scene in cui Norman si trasforma nella madre Norma.

  • Once Upon A Time

Nell’episodio musicale qualcuno si esibirà in un assolo piuttosto… malvagio. Continua a leggere

#SDCC “TWD 7”: aspettiamoci uno dei più grandi scontri dai tempi del Terminus

Vale assolutamente la pena aspettare. È un inizio fantastico” assicura il produttore esecutivo Robert Kirkman dal Comic-Con durante il panel di The Walking Dead.

Dopo esser entrato con la sua mazza da baseball omicida, il nuovo membro fisso del cast, Jeffrey Dean Morgan ha spiegato come la sua breve apparizione nel finale della scorsa stagione lo ha portato ad esser fermato per strada più che in passato nella sua carriera.

Ovviamente sullo schermo, Morgan è come dire, meno avvicinabile dal momento che tutta Alexandria sta cercando Negan e che a Hilltop egli non ha molti fan… “ci stiamo dirigendo verso uno delle più grandi rese dei conti che abbiamo avuto in questo show fin dal Terminusafferma Andrew Lincoln.

Oltre ovviamente all’ottenere una risposta circa il “chi Negan ha ucciso?”, i prossimi episodi riveleranno dove Tara e Heath sono stati e introdurranno “più gente che vive nell’apocalisse” – sia “amici che nemici” anticipa l’EP Gale Anne Hurd. Sempre nella sesta stagione giungeranno altre nuove creature inumane e “diversi tipi di leadership”, che potrebbero essere “benevole o non tanto benevole”. Continua a leggere

SPOILER su Supergirl, iZombie, HTGAWM, The Flash, Bates Motel, Gilmore Girls, Scandal, Legends Of Tomorrow, TWD e altri

Nuove anticipazioni quest’oggi circa cosa significherà la morte della zia Alura per Supergirl, a che punto è Caitlin Snow con Velocity 9 in The Flash, quale sarà l’analisi di coscienza che attende Daredevil nella seconda stagione e molto altro!

  • Supergirl

La morte di Astra “peserà su Kara nei prossimi episodi” e aumenterà la tensione tra i kryptoniani e il DEO che potrebbe perfino portare alla guerra totale. “La perdita della moglie, che Non amava veramente lo renderà un nemico davvero pericolosoanticipa il produttore esecutivo Andrew Kreisberg a Entertainment Weekly. Tuttavia, “Laura [Benanti] apparirà di nuovo come Alura, la madre di Kara” dice l’EP spiegando che la trama di Astra è stata chiusa così presto a causa degli impegni dell’attrice a Brodway. Anche se vedremo più di Astra direttamente nel prossimo episodio!

  • DC’s Legends Of Tomorrow

Come visto nello scorso episodio, “l’obiettivo principale [delle Leggende] non è catturare o uccidere Vandal Savage” e non lo sarà nemmeno nel 5°, 6° e 7° episodio spiega Marc Guggenheim con EW. L’EP però sottolinea che anche questo big bad come in Arrow e The Flash, “avrà una storia con un inizio, una metà ed una fine” così la trama di Vandal Savage sarà risolta entro il termine della prima stagione”.

  • iZombie

Avete presente la straziante scena in cui Major abbandona Minor su un autobus? Bene, nonostante quel momento, questa trama troverà forse il suo lieto fine in quanto… il cane tornerà! “Non era l’ultima volta che sentivamo parlare di Minor” assicura Rob Thomas a EW. Quella storia tornerà e il pubblico otterrà maggiori informazioni sul cane andando avanti”. Continua a leggere

“TWD 6”: scoop sulla season premiere e i flashback su Morgan

La premiere della sesta stagione di The Walking Dead combina i migliori elementi della serie AMC per 90 minuti di impressionanti zombi, così almeno proclama lo showrunner Scott M. Gimple.

Credo che la season 6 premiere dia ai fan di Walking Dead tutto” dichiara per TVLine. “Si inizia con alcune delle più alte intensità che non abbiamo mai visto nello show e poi diventa contemplativo molto rapidamente. E poi boom, torna a quella intensità e follia. Ed è una sorta di deriva che si trascina in tutto l’episodio”.

Gimple paragona l’inizio di questa stagione come un mix tra la premiere della 4° e della 5° stagione. “Ho pensato che sarebbe stata una bella idea avere Morgan in quegli episodi allo stesso tempo. [La premiere della 4° stagione] ha aperto tutta l’intera stagione. Ha mostrato tutte queste relazioni interpersonali culminando poi in una grande famosa scena. E poi [la premiere della 5° stagione] era solo pazzia dall’inizio alla fine”.

E parlando di grandi episodi della sesta stagione, Gimple conferma che una delle imminenti ore mostrerà ai telespettatori come Morgan è cambiato dal “disturbato, omicida, traumatizzato” individuo che era nella 3° stagione alla persone intravista nel finale della scorsa stagione, la quale “ha detto di credere che ogni vota è preziosa” dice lEP, “qualcosa è successo nel mezzo di tutto questo. E abbiamo davvero bisogno di mostrarvelo”.  

“The Walking Dead”: Scott M. Gimple anticipa qualcosa sulla 6° stagione

Il finale della quinta stagione di “The Walking Dead” dava l’impressione di costruire una battaglia imminente tra i sedicenti Wolves ed i residenti di Alexandria, ma secondo lo showrunner della serie Scott M. Gimple, quella lettera “W” e relativa pazzia potrebbero non essere il problema più grande di Rick Grimes & Co.

Nella nottata, a Talking Dead, il presentatore Chris Dardwick ha letto una nota di Gimple circa quelle che sono le previsioni per la sesta stagione:

“Gli esseri umani affronteranno la loro minaccia più grande. All’inizio della prossima stagione, questo cambierà. Ho detto che lo show si sarebbe reinventato ogni 8 episodi e lo stiamo facendo di nuovo, amici. Adesso che questi personaggi sanno di avere quello che serve per sopravvivere, che cosa hanno intenzione di fare con quel potere? Come sceglieranno di vivere? Al di là del risolvere tali questioni, al momento stiamo mettendo in atto i nostri affari più ambiziosi più ambiziosi e le cose stanno per farsi molto grandi, forti e preoccupanti”.

Questo vorrà dire che i camminatori torneranno alla ribalta o che i nostri eroi continueranno a combattere i loro demoni interiori e non ci saranno ancora più conflitti interni nella comunità di Alexandria?   [Entertainment Weekly]

“The Walking Dead 5”: Alexandria è all’orizzonte?

Al ritorno di “The Walking Dead” il gruppo si troverà su un terreno molto familiare: di nuovo sulla strada e in lutto per la perdita di una persona cara.

Devono assolutamente trovare un posto sicuro” dice lo showrunner Scott M. Gimple sulla 5B. “Dove li abbiamo lasciati non era una grande situazione. Abbiamo questo gruppo di persone che non hanno idea di dove andare, ma necessitano di un posto in cui possano restare. Nella 5A Carl sosteneva che dovevano continuare a muoversi a lungo, ma Michonne non era tanto d’accordo con questa idea”.

La prima tappa per il gruppo dovrebbe essere (speriamo) la reunion con Noah in una comunità chiusa con Richmond seguendo una delle ultime volontà di Beth. Ma se quella comunità fosse andata, il gruppo tornerà al punto di partenza.

Così potrebbe essere Alexandria – la città presente anche nei fumetti di Robert Kirkman la loro prossima destinazione. Questa zona sicura si trova a circa sei miglia da Washington (introdotta nel fumetto n.69 resta una posizione centrale fino al n. 136 in corso). La posizione vanta una comunità di case e persone tra cui Aaron, un personaggio gay che agisce come reclutatore assieme al suo fidanzato Eric, così come Douglas Monroe, il leader del gruppo della Safe-Zone.

Gimple non conferma l’arrivo ad Alexandria nella 5° stagione, ma dice che la serie “è in avvicinamento a quel punto dei fumetti dove le cose cambiano. Qualora ci arriveremo, ci saranno probabilmente delle cose uguali ai fumetti ed altre invece diverse”. Continua a leggere

SPOILER su Gotham, OUAT, Elementary, Chasing Life, TVD, The 100, Jane The Virgin, TWD, Nashville e Covert Affairs

La Dr. Thompkins stringerà amicizia con il det. Gordon, ma in che modo? Chi altro oltre a Tremotino e Regina ha legami passati con le Queens of Darkness? Padre Gabriel ha le ore contate sotto il comando di Rick? Moriranno delle persone del gruppo di Clarke nel mid-season finale? Quale scena arriverà che i fan di TVD non vedevano l’ora di vedere? Scopritelo in queste anticipazioni!

  • Gotham

Anche se James Gordon sarà ora al lavoro presso l’Arkham Asylum, non passerà molto tempo prima che diventi amico della dott.ssa Leslie Thompkins, che pur essendo un po’ diversa della sua versione dei fumetti, è comunque buona. “Lei non rientra nel mondo corrotto di Gotham” spiega Morena Baccarin. “Vuole renderlo un posto migliore” e poiché lei condivide questa mentalità con Gordon, diventano una coppia naturale. “Hanno questo collegamento immediato… basato su tutta la follia intorno a loro. È l’inizio di un’amicizia davvero grande”. Ma adesso che Barbare ha lasciato la città, questa amicizia potrebbe essere qualcosa di più? “C’è sicuramente della chimica, quindi non ho intenzione di dire di no!”.

  • Once Upon A Time

Adesso che Tremotino ha unito le forze con Ursula e quindi le Queens Of Darkness, come invaderanno Storybrooke per trovare l’autore?Sarà un qualcosa che affronteremo molto rapidamente spiega il produttore esecutivo Adam Horowitz. “Richiede delle certe astuzie da tutti ii fronti”. E proprio come Regina ha la sua storia personale con Maleficient, sapremo come altri residenti di Storybrooke hanno avuto degli scontri con le Queens in passato. “Show White e Charming hanno trascorso un periodo di tempo interessante con le Queens of Darknessaggiunge l’altro EP Edward Kitsis. “Come sempre si è visto nello show, il passato torna sempre a perseguitare i personaggi e questo non fa eccezione per Snow e Charming”.

  • Elementary

Uno dei prossimi episodi romperà una certa tradizione e lascerà che il pubblico scoprirà in anticipo rispetto a Sherlock e Joan chi è l’assassino. Ma perché aspettare fino ad allora? Possiamo rivelare che Alicia Witt (Justfield, Friday Night Lights) ha ottenuto la parte di Dana Powell, una sociopatica affascinante e manipolatrice che commette omicidi multipli come parte di un sistema intricato per fare soldi. Ma possiamo aspettarci tuttavia dei colpi di scena. In realtà il chi commette questi crimini non ha importanza tanto quanto il perché. Continua a leggere

Un cambiamento enorme giungerà in “The Walking Dead 5B”

Cosa possiamo aspettarci dai nuovi episodi di “The Walking Dead” nel 2015?

Un grande cambiamento per la situazione di questi personaggi” conferma lo showrunner della serie Scott Gimple in riferimento alla seconda parte della quinta stagione. “Si sente che ci stiamo muovendo verso un nuovo spettacolo” aggiunge Andrew Lincoln.

Dopo il Governatore, il Terminus, la rivelazione che Washington era tutta una falsità e gli eventi al Grady Memorial Hospital, il futuro dei sopravvissuti è davvero in aria.

La produttrice esecutiva Denise Huth descrive come “oscura” e “triste” la seconda parte della stagione mentre Lauren Cohan ha detto che Maggie mostrerà il suo “lato oscuro”. The Walking Dead tornerà il prossimo Febbraio, ma nel frattempo Norman Reedus ci dà un consiglio genuino: “prendente i vostri fazzoletti”.   [Huffington Post]

“The Walking Dead 5”: il boss della serie sulla ‘devastante’ morte e cosa accadrà il prossimo anno

Il finale di metà stagione di “The Walking Dead” ha visto la cruenta morte di Beth e ovviamente i fan hanno ora tante domande circa questa perdita, del tipo; perché proprio lei? Esiste la speranza in questa serie? Quando Morgan si riunirà al gruppo? Lasciamo che risponda il produttore esecutivo Scott Gimple in questa intervista.

TV Guide | Beth era tornata da poco e voi l’avete uccisa! Perché sentiva che la storia doveva andare in questo modo?
L’intenzione era quella di raccontare la storia di un personaggio che non si riteneva forte ma invece si scopre esser tosto da molto tempo. E alla fine, viene fatta fuori da qualcuno che si credeva forte ma in realtà non lo era – [c’è] una tragedia in ciò. Alla fine del 4° episodio, Dawn diceva a Beth che era debole, ma la biondina è quella dura. Dawn era la debole e in questo caso si prende la forte.

TV Guide | Beth li ha lasciati sapendo che Dawn l’avrebbe comunque uccisa o pensava esserci un modo in cui lei e Noah potevano uscirne insieme?
Beth sapeva che gli altri poliziotti non erano fan di Dawn, ma era anche un atto di passione, non poteva tollerare che Noah tornasse da Dawn dopo tutto questo, sapeva che Dawn era solo apparenza. Questo tutto perché essendoci altri poliziotti lì, Dawn non voleva apparire come colei che perde e Beth non ce l’ha fatta. Era troppo tosta per permettere che ciò accadesse.

TV Guide | Dawn guarda Beth sorpresa dopo che le parte un colpo dalla sua pistola. Quello sguardo era genuino?
Credo essere legittimo. Il pubblico decide che interpretazione dare, ma la nostra, o quello che credo io è: Dawn non voleva ucciderla in quel momento. Continua a leggere

“The Walking Dead 5”: Scott M. Gimple anticipa la verità sulla gente del Terminus e la strada da percorrere

L’attesissima quinta stagione di “The Walking Dead” ha preso il via e subito non è mancata l’azione da parte dei sopravvissuti per sfuggire al Terminus.

[Attenzione agli SPOILER] Rick, Daryl, Bob e Glen vengono portati fuori dal vagone treno solo per assistere ad un triste destino di taglio della gola, ma per un soffio, grazie a un diversivo (esplosione) creato da Carol che scatena i camminatori all’interno del Terminus, riescono a salvarsi e fuggire assieme a tutti gli altri.

Sorpresi? Beh, secondo il produttore esecutivo Scott M. Gimple, il gruppo non avrebbe avuto in alcun caso un soggiorno prolungato al Terminus.La gente magari si aspettava che loro rimanessero lì per molto tempo, così ho optato per l’inaspettato. Volevamo avere questo molto teso, profondo momento al Terminus piuttosto che una storia lunga. Abbiamo voluto gettare il pubblico nella stagione e sono entusiasta di averlo fatto in questo modo”.

Tuttavia, l’episodio ha fornito alcune risposte su come Gareth e i suoi compagni del Terminus sono divenuti dei… cannibali (sì, è questo che sono). Grazia a un paio di flashback chiave e una conversazione tesa tra Mary e Carol al Terminus, abbiamo appreso che il posto era un tempo davvero un santuario. Ma in seguito ad attacchi brutali subiti da Gareth & Co. (hanno passato anche loro del tempo rinchiusi in un vagone) hanno adottato il motto “o sei il macellaio o sei il bestiame”.

Per tutta l’estate, Gimple e Robert Kirman hanno trascorso l’estate evitando le domanda circa il cannibalismo, l’EP spiega: “è importante per me mischiare un po’ le cose. Sorprendiamo i lettori del fumetto remixando ciò che sta lì e talvolta raccontiamo le storie i modo diverso, il Terminus poteva includere molte storie” dice. “È eccitante prendere il lavoro di Robert e trovare il modo di inserirci altre trame. Penso che lo rende più interessante per chi ha familiarità col fumetto, ma ci permette anche forse di aumentare quei momento molto amati del fumetto in modo tale che colpiscano ancora di più”. Continua a leggere

“The Walking Dead 5”: qualche scoop su cosa aspettarsi dalla premiere

Ormai la quinta stagione di “The Walking Dead” è alle porte e debutterà domani oltreoceano, ma prima ecco qualche anticipazione…

IL POPOLO DEL TERMINUS | Pur essendoci dei segni di cannibalismo, presente anche nel fumetto di Robert Kirkman, sia quest’ultimo che lo showrunner Scott Gimple non si sono voluti sbilanciare su questa ipotesi. Diciamo giusto questo: la premiere riprenderà poco dopo il finale della 4° stagione e spiegherà esattamente chi è esattamente la gente del Terminus oltre a fornire interessanti informazioni sul perché.

COME RICK & CO. ESCONO DAL CONTAINER | Ancora una volta, la riposta giungerà nei primi 5 minuti dell’episodio. Tuttavia, il gruppo è pronto per la lotta. Anche se Rick ha fatto molto lavoro lo scorso anno circa il mantenere integra la sua umanità, Gimple ammette che Grimes e (gli altri) faranno di tutto per andare avanti. “[Essi] non possono tornare alle cose come erano un tempo. Se non sono la persona che sono e non possono essere gli esseri umano che erano prima, cosa diventano? Si tratta di una parte enorme di questa stagione”.

LA MINACCIA DI GARETH | Anche se ci sono somiglianze tra il Governatore, Gimple suggerisce che i due sono spinti da differenti motivazioni. “Questo personaggio è estremamente diverso” dice. “Il Governatore come abbiamo visto aveva grossi problemi psicologici reali e credo esserci anche un certo divertimento in alcune cose che ha fatto. In qualche modo, per lui era una questione personale. Con Gareth, finora abbiamo visto un protocollo, sembra più abitudinario, istituzionale e spassionati”. E mentre il leader del Terminus resterà in giro per un po’ (avendo l’attore un contratto da series regular), Kirkamn insiste che Gareth non sarà il cattivo principale che i nostri eroi si ritroveranno ad affrontare in questa stagione. Continua a leggere

SPOILER su TVD, Agents of SHIELD, Chicago Fire, Grimm, Banshee, Modern Family, The Blacklist, B99, Nashville e TWD

Gli esperti oltreoceano ci lasciano sempre nuove anticipazioni sulla nascente storia d’amore tra Stefan e Caroline in TVD. Il ritorno alle origini del Direttore Coulson per lo SHIELD. Due nuovi triplo crossover tra Chicago Fire, Chicago PD e Law & Order: SVU. Una nuova aggiunta al cast della quarta stagione di Grimm e della sesta di Modern family.
Un nuovo interesse (forse anche amoroso) per Deacon di Nashville e ancora molto altro proseguendo nella lettura!

  • The Vampire Diaries

La storia d’amore di Caroline e Stefan diverrà una parte importante della sesta stagione, anche se il romanticismo non sarà esattamente una strada a doppio senso.Si renderà conto che la cosa è più unilaterale di quanto sperasse e ci saranno delle ricadute” dice la produttrice esecutiva Caroline Dries. “Ma solo perché un personaggio non piace ad un altro personaggio non vuol dire che la storia d’amore non sia affascinante”.

  • Marvel’s Agent Of S.H.I.E.L.D.

Il produttore esecutivo della serie, Jeff Bell sulla seconda stagione dice: “ci arriveremo in modo sorprendente. Coulson era da sempre interessato a tornare alle radici dello SHIELD, del tipo l’organizzazione che era, quella con gli ‘uomini in nero’ e quel genere di cose. Penso che si avrà tale sensazione entrando nella seconda stagione”.

  • Chicago Fire

Nelle città del vento arriverà un importante crossover tra Chicago Fire, Chicago PD e Law & Order: SVU, sia nella prima metà della stagione che nella seconda. “Vogliamo essere ambiziosi come lo eravamo l’ultima volta” dice il produttore esecutivo Matt Olmstead. “Lo scorso anno abbiamo fatto un crossover con SVU che ci è piaciuto molto, ora ne esploriamo un altro. [Noi] certamente vogliamo farne almeno uno, forse due grandi crossover, che implichino una qualsiasi combinazione dei tre spettacoli”. Continua a leggere

“The Walking Dead 5”: poster ‘caccia o sarai cacciato’ e ulteriori anticipazioni

Nuovo anno e nuovo slogan per “The Walking Dead”.

Caccia o sarai cacciato” dice questo nuovo poster promozionale per la quinta stagione che trova un Rick Grimes stremato e sudato ma senza la minima voglia di arrendersi non provando a lottare. [E!Online]

La banda è di nuovo insieme” dice Andrew Lincoln. “Tutte queste persone hanno fatto diversi viaggi per il Terminus e di conseguenza sono al momento diversi da come erano prima. Direi decisamente più intenso che tornare a scuola dopo le vacanze estive” aggiunge lo showrunner Scott Gimple.

La premiere riprenderà dopo solo alcune ore gli eventi dello scorso finale e nel calvario ci saranno “i sei minuti più intensi” nella storia dello show. “Sarà più veloce, molto terrificante e veramente veloce” afferma Gimple.

Parlando d’altro, il rapporto platonico tra Michonne e Rick sarà approfondito. “Cresce l’importanza di chi sono gli uni e gli altri. L’intimità emotiva si sviluppa ancora di più” spiega il produttore esecutivo prima di aggiungere: “questo non necessariamente vuol dire che si trasformerà in una storia d’amore”.

BONUS SCOOP | “La premiere giocherà con l’asso temporale in modo interessante. Le storie dei personaggi attraverseranno la timeline”. Da Domenica 12 Ottobre di tornerà tra i camminatori.   [Fall TV Spoiler di TV Line]

“The Walking Dead 5”: Scott M. Gimple parla della sessualità di Daryl e dell’arrivo di un personaggio gay

Delle voci sono iniziate all’inizio di questo mese circa la possibilità che uno dei preferiti del pubblico di “The Walking Dead”, Daryl Dixon per la precisione, possa essere gay. “È stato discusso” ammette il creatore dello show, Robert Kirkman.

Adesso lo showrunner del successo a firma AMC, Scott M. Gimple entra nello specifico del “lui lo è oppure no?”.

Sappiamo tutti delle cose sui personaggi che non abbiamo rivelato” condivide e poi aggiunge: “[ma] non stiamo trattenendo le informazioni sulla sessualità di Daryl come una sorta di grande rivelazione. Il fatto che ci sia una questione sull’orientamento del personaggio di Daryl; lui è molto guardingo, una persona molto chiusa in un sacco di modi. Siamo stati in gradi di vederlo aprirsi molto lentamente e mostrarsi agli altri personaggi. Questo per noi a livello creativo è un bel viaggio e siamo ancora in quel viaggio”.

Sempre Gimple afferma: “Daryl continuerà a crescere più vicino agli altri personaggi e abbasserà la guardia mostrando loro che egli è, in ogni modo”.

Se dovesse risultare che Daryl non preferisce la compagnia degli uomini – un problema che Gimple dice “non sarà realmente affrontato” questa stagione, il produttore esecutivo conferma che lo show ha intenzione di introdurre un personaggio maschile gay. I tempi di arrivo del personaggio sono però al momenti tenuti sotto silenzio.   [TV Line]

SDCC: Scoop sulla 5° stagione di “The Walking Dead” tra nuovi mondi, guerre e risposte

Dopo il trailer esplosivo e la date di debutto (Domenica 12 Ottobre) ecco cosa aspettarsi dalla quinta stagione di “The Walking Dead”.

La stagione – composta da 16 episodi – come al solito sarà divisa in due parti composte da otto episodi l’una (la seconda sarà trasmessa nel mese di Febbraio del nuovo anno).

La prima cosa che vediamo è il gruppo fuori dal vagone merci, anche se lo showrunner del dramma, Scott Gimple non è ancora pronto a dire quando.Una volta che hanno perso la prigione, tutte le scommesse erano fuori luogo. È chiaro il concetto che non si può tornare indietro. Questa stagione andrà a definire i personaggi… Vedremo la storia del Terminus e esploreremo come sia successo il tutto”.

Probabilmente rivisiteremo alcuni luoghi conosciuti… ma saranno introdotti anche nuovi mondi” aggiunge il produttore esecutivo Greg Nicotero. Altro tema caldo del panel è stata Beth. Emily Jinney non poteva rivelare nulla sul suo personaggio, ma ha detto: “[Beth] sarò molto forte. Ha perso suo padre e la fattoria dove è cresciuta. [Daryl] le ha insegnato qualche tattica di sopravvivenza. Adesso è una persona vissuta, non una ragazzina innocente”.

E poi Robert Kirkman ha assicurato ai suoi “lettori” che la quinta stagione sarà “molto vicina al fumetto”. Per i volti nuovi, David Alpert conferma che Seth Gilliam andrà ad interpretare Padre Gabriel Stokes, come dicevano le speculazioni.

Sempre nella quinta stagione si annuncia la battaglia tra il gruppo di eroi e le persone del Terminus, inclusa una massiccia esplosione e una missione chiara: “Quando arriveremo a Washington, lasceremo i morti andare e i vivi a prendere questo nuovo mondo”.   [TV Line]

“The Walking Dead”: il ritorno di Hershel era da sempre destino

Nel finale della quarta stagione di “The Walking Dead” nessuno si aspettava il ritorno di Hershel Green dopo che qualcuno chiamato Governatore gli ha tagliato la testa.

Penso che abbia soltanto mostrato l’intera storia di Rick, tutto il suo cammino diciamo, che in realtà era l’inizio della fase di non brutalità di Grimes afferma lo showrunner della serie Scott Gimple circa le scene in cui il medico insegna a Rick come curare l’orto e il bestiame tramite flashback a sorpresa.

Quello era un mondo diverso. Stavano iniziando a costruire un nuovo mondo [alla prigione], ma adesso tutto ciò è finito”. Circa l’attore Scott Wilson, egli dice “meraviglioso riaverlo per concludere la storia”.

Greg Nicotero circa il ritorno sul set di Wilson afferma: “tutti gli attori erano felici di riaverlo dopo esser stati separati”. Andrew Lincoln aggiunge ancora: “quell’uomo è una leggenda” dice dei due giorni trascorsi insieme a Scott davanti alla telecamera. [Zap2IT]

“The Walking Dead 5”: anticipazioni sul Terminus e la sua gente, il destino degli altri personaggi, il nuovo Rick e molto altro!

Un grande cliffhanger e un elevato numero di domande senza risposta hanno terminato la quarta stagione di “The Walking Dead”, ma per sapere cosa aspettarsi dai nuovi episodi, ecco un’intervista esclusiva a Scott Gimple!

TV Line: I cittadini del Terminus sono in realtà dei cannibali?
[Ride] Ci sono tante storie e svariate possibilità per quei personaggi, questa possibilità non è del tutto da escludere, solo che non posso nemmeno confermarla al momento. Chi sono e cosa hanno in mente lo scopriremo molto presto nella quinta stagione.

TV Line: Carol e Tyreese potrebbero essere il piatto di carne che Mary ha servito a Rick?
[Ride]. È del tutto possibile. Ma non dovremo soffermarci su battute orribili, ma spettare e vedere, anche se vanno bene le speculazioni.

TV Line: Perché nessuna notizia circa la loro sorte?
Abbiamo sentito il bisogno di concentrarci maggiormente su Rick e le persone che hanno deciso di seguire quei binari, così che il pubblico potesse indovinare lasciando totalmente in aria il destino di Beth, Carol, Tyresse e Judith. Nella S5 penseremo anche a loro, potrebbero essere in uno degli altri vagoni oppure far già parte del barbecue o magari non se la stanno passando poi così male.

TV Line: Come si differenzia Terminus da Woodbury?
Woodbury era molto di più un ritorno alla civiltà, un luogo sicuro che un leader che custodiva i suoi segreti, dove le famiglia potevano restare e sopravvivere. Terminus non è così. Si tratta di un ambiente completamente diverso con persone strane che vivono in una maniera molto specifica, senza alcune rammarico per quella che era la loro vita in precedenza. Sono in realtà molto più pericolosi e spaventosi quando verranno meglio alla luce.

Continua a leggere

“The Walking Dead 4”: un nuovo mondo e tante sfide che attendo i protagonisti

La première di metà stagione di “The Walking Dead” già trasmessa in Italia e America è stata girata a Senoia in Georgia verso la fine dello scorso agosto.

Un giornalista presente sul set oltre raccontare la fase del trucco a cui era sottoposto Andrew Lincoln per rendere a Rick Grimes la mascella gonfia, ha raccolto le parole di Scott Gimple: “i personaggi hanno passato delle esperienze terribili, ma adesso si tratta di affrontare la vera sopravvivenza”.

Lo showrunner del dramma AMC aggiunge: “la prima metà della quarta stagione non è stata affatto n picnic, ma adesso sarà molto più dura”. Dopo il momento in cui Carl tenta di svegliare il padre, Gimple dice: “ci saranno dei punti in questi nuovi episodi, dove ad esser sincero i personaggi non sorrideranno per niente. Non è tutto soleggiato, ma ci sarà comunque anche un qualche bagliore di speranza”.

Circa la nuova parte della storia, incentrata sulla strada da fare, tutti gli attori sono d’accordo sul fatto che aggiunga un nuovo elemento di narrazione.
Mi è sempre piaciuta la fuga” commenta Norman Reedus. “Questo spettacolo è sempre un bersaglio movibile e senza dubbio questi sono i migliori episodi che abbia mai girato. Ogni personaggio deve alzarsi e combattere”.

Circa Michonne, la sua interprete Danai Gurira aggiunge: “vedremo altri strati del suo passato. Determinate circostanze l’hanno portata a prendere una decisione e divenire ciò che è adesso”. Nel primo capitolo diciamo della sua storia pre-apocalisse abbiamo visto che uno dei suoi fidanzati divenire uno dei due camminatori che si portava dietro all’inizio ed aveva anche un figlio piccolo. Continua a leggere